Dopo l'iniziativa dei magistrati di Rieti

Terremoto: la procura di Ascoli apre un fascicolo d’indagine

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

664671_Aula-TribunaleASCOLI PICENO – Dopo la procura di Rieti, anche quella di Ascoli Piceno ha aperto un fascicolo di indagine sul terremoto che ha provocato vittime e crolli nel territorio, in particolare ad Arquata e Pescara del Tronto. Si tratta di un fascicolo a modello 45 (atti non costituenti reato), volto a consentire accertamenti legali, che il Pm Umberto Monti ha affidato ai carabinieri del Comando provinciale di Ascoli, i quali consegneranno al più presto una prima relazione.

Il primo incarico affidato ai carabinieri dal magistrato è stato l’identificazione dei cadaveri e la geolocalizzazione del ritrovamento dei corpi, in base alla quale ricostruire eventuali responsabilità relativa alla costruzione, ricostruzione o consolidamento sismico delle abitazioni. Parte del territorio ascolano colpito dal sisma di magnitudo 6 del 24 agosto infatti (Arquata, Pescara del Tronto, Montegallo) aveva già subito danni con il terremoto del 1997. In base ai risultati di questa fase preliminare, la procura deciderà gli altri passi dell’inchiesta.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.