Lo dice Miguel Gotor, braccio destro di Bersani

Legge elettorale: se non cambia la minoranza dem voterà no al referendum

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

Miguel-GotorROMA – Noi chiediamo di cambiare la legge elettorale. Se non cambiasse, al referendum non potrei votare sì. Lo ha dichiarato il senatore bersaniano Miguel Gotor, intervistato dal quotidiano Libero. La motivazione di questa scelta, ha spiegato, risiede nel fatto che “il nuovo Senato immaginato dalla riforma Boschi produce una sola Camera politica che può dare la fiducia. Quella Camera deve essere altamente rappresentativa e quindi non può essere eletta con l’Italicum”. Secondo l’esponente democratico con la riforma costituzionale “indirettamente cambia anche la forma di governo. Ci sarebbe un capo del potere esecutivo che nomina la maggioranza dei parlamentari e può spadroneggiare anche sul potere legislativo”.

Gotor ha spiegato che la minoranza Pd in Parlamento, ha votato la riforma Boschi “per senso di responsabilità. C’era un vincolo di tenuta della maggioranza, ma non abbiamo votato la legge elettorale perché le due riforme vanno viste insieme: riguardano il funzionamento del sistema democratico”. La proposta che Gotor ha illustrato a Libero, per uscire dall’impasse nel partito è di anticipare la pronuncia della Corte costituzionale sull’Italicum. “Apriamo subito una iniziativa parlamentare – ha detto – per una legge elettorale. La politica non deve farsi dettare i tempi dalla più alta magistratura”.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.