C'è la richiesta di rinvio a giudizio

Arezzo: dipendente comunale usava permessi per assistere un malato andando a gare shopping

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

664671_Aula-TribunaleAREZZO – L’accusa è pesante: truffa aggravata. Al centro dell’attenzione del magistrato una dipendente del comune di Arezzo che aveva ottenuto permessi e congedi dal lavoro per assistere un congiunto malato. Ma in realtà, secondo l’accusa, li usava spesso per fare altro: per esempio gite in luoghi storici e shopping in altre città. Così per la dipendente comunale c’è la richiesta di rinvio a giudizio per truffa aggravata.

Il comune di Arezzo si costituirà parte civile nel procedimento a carico della dipendente comunale accusata di aver violato la normativa che in Italia disciplina i permessi previsti dalla legge 104. Le indagini per accertare le violazioni sono durate diversi mesi, condotte dalla polizia municipale e coordinate dal pm Andrea Claudiani, anche con pedinamenti e riprese video.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.