In 8.000 al Castellani di Empoli per sostenere la squadra

Pisa calcio: debutto in B senza Ringhio Gattuso che dice, la squadra è forte e onorerà il campionato

di Redazione - - Cronaca, Sport

Stampa Stampa

Gennaro-GattusoPISA – «Il Novara è forte, li ho visti giocare in Coppa Italia e mi sono piaciuti, l’anno scorso hanno fatto la semifinale play-off per andare in serie A, ma le difficoltà le conosciamo e non ci spaventano. La differenza nel calcio non la fanno solo i valori tecnici, ma anche il gruppo». Rino Gattuso, appena tornato sulla panchina del Pisa dopo un mese di caos societaria, ”ringhia” come quando vinceva tutto da giocatore: “La serie B vogliamo tenercela stretta”. E’ subito campionato per il tecnico che alla fine di luglio se ne andò sbattendo la porta per divergenze di vedute con la proprietà del club, ora in procinto di passare in mano a un fondo d’investimento di Dubai dopo un lungo tira e molla: “Purtroppo sarò squalificato – aggiunge il tecnico – ma in questi due giorni abbiamo parlato con i ragazzi e le motivazioni non ci mancano, anzi”. Il Pisa sarà sospinto da circa 8 mila tifosi, sul neutro di Empoli per l”indisponibilità dell”Arena Anconetani alle prese con lavori di adeguamento infrastrutturale: “Noi e i tifosi – sottolinea Gattuso – siamo un tutt”uno. Io e la squadra anche. Siamo forti perché ci aiutiamo l”uno con l’altro. Sarà una stagione durissima, ma a me le difficoltà mi piacciono: è il mio carattere”. Infine, il tecnico ha ringraziato il presidente della Lega, Andrea Abodi: “Anche il suo impegno è stato determinante per la soluzione positiva della vicenda. Pisa onorerà al meglio il campionato e dimostrerà che a quel tavolo può starci davvero e da protagonista”.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.