Si parlerà della sperimentazione duale in Italia

Formazione professionale dei giovani: convegno a Firenze, seminario Europa, dal 7 al 9 settembre

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

-formazione-professionaleFIRENZE – Firenze e la Toscana sono sempre in prima linea per promuovere la formazione professionale dei giovani. Da mercoledì 7 a venerdì 9 settembre si terrà, nella nostra città, la XXVIII edizione del Seminario Europa, l’iniziativa ideata dal CIOFS-FP (Centro Italiano Opere Femminili Salesiane – Formazione Professionale) in collaborazione con l’Associazione di categoria FORMA in cui, in una prospettiva di confronto costruttivo con alcuni altri Paesi europei, esperti, educatori e politici s’interrogano su un tema chiave e d’attualità legato alla Formazione Professionale.

Intitolata “La sperimentazione duale in Italia. Un passo per un sistema strutturato di Formazione Professionale nelle Politiche Attive del Lavoro”, l’edizione 2016 del Seminario di Formazione Europea intende contribuire a una corretta formazione e occupazione giovanile aprendo il dibattito ai contributi, alle testimonianze, ai metodi, ai sistemi e all’esperienza degli ospiti provenienti, quest’anno, da Gran Bretagna, Polonia e Spagna.

Si tratta di un’iniziativa importante perché coincide con l’avvio della sperimentazione ministeriale relativa al cosiddetto “sistema duale” che, accanto al tradizionale percorso scolastico scuola superiore-università, prevede la messa a regime in tutto il Paese del sistema, tuttora a base regionale, della Formazione Professionale, per offrire ai giovani la possibilità di imparare, fino ai livelli più alti, lavorando.

“Da qualche tempo nel nostro Paese avvertiamo che l’attenzione e la considerazione nei confronti della Formazione Professionale sono cresciute: si è compreso che si tratta di uno strumento necessario a favorire l’occupazione giovanile – dichiara Lauretta Valente, presidente del CIOFS-FP – Con la sperimentazione di prossimo avvio, che in due anni coinvolgerà circa 60.000 giovani, il Ministero del Lavoro ha scelto di puntare sulla filiera professionalizzante che insegna un mestiere non solo in classe ma anche attraverso il lavoro sul campo e di incrementare i contratti di apprendistato”.

Partita nell’anno 2003-2004 con alcune migliaia di giovani oggi l’Istruzione e Formazione Professionale su base regionale è arrivata ad accogliere, tra triennio e quarto anno, ben 329.387 allievi (dati ISFOL Anno Formativo 2014-2015). Un trend significativo e in continua crescita, cui si aggiunge un successo occupazionale a breve termine pari al 50%, che al Nord raggiunge anche il 60%, e una dispersione scolastica tra le più basse. E questo nonostante il fatto che non in tutte le Regioni italiane è possibile intraprendere questo percorso di apprendimento.

 

Tag:, , ,

Camillo Cipriani

Camillo Cipriani

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.