Dopo l'accordo Usa-Cina sulle emissioni

Cambiamento climatico e investimenti produttivi: Black Rock suggerisce come adeguare i portafogli

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa

A woman walks past a map showing the elevation of the sea in the last 22 years during the World Climate Change Conference 2015 at Le BourgetNEW YORK – Dopo l’accordo Usa-Cina sulle emissioni, e considerando che il cambiamento climatico è destinato a modificare le strategie degli investitori, che si devono difendere,  BlackRock, il più grande gestore al mondo, mette in guardia. Suggerisce ai propri clienti di adeguare i propri portafogli senza per questo rinunciare ai rendimenti. L’invito, non a caso, arriva dopo il G20 appena concluso a Hangzhou, Cina, e in cui i leader coinvolti si sono impegnati a ridurre le emissioni con Usa e Cina – le due nazioni più inquinanti al mondo – che hanno annunciato la ratifica dell’accordo raggiunto sotto l’egida dell’Onu nel dicembre 2015 a Parigi. Quando si studia in quale azienda investire, sostiene BlackRock in una ricerca, bisognerebbe tenere conto di parametri che indicano l’uso di combustibili fossili, il consumo di acqua e le emissioni come percentuale delle vendite annuali dell’azienda stessa.

Inoltre, il gruppo dice che un aumento dei prezzi del carbone incoraggerebbe le aziende a sposare approcci più rispettosi dell’ambiente e allo stesso tempo permetterebbe a un investitore di comprendere meglio i rischi associati al cambiamento climatico presenti nel proprio portafoglio. BlackRock è inoltre favorevole al venire meno dei sussidi pubblici per l’estrazione e il consumo di combustibili fossili.Le proposte di BlackRock tuttavia si scontrano con alcune difficoltà. Prima di tutto, solo un numero limitato di aziende comunica i propri livelli di emissioni e spesso i dati a disposizione per capire quali aziende inquinano di più sono inaccurati o fuorvianti. Ci sono poi opinioni contrastati sul fatto che le aziende più ‘verdi’ vengano premiate di più dagli investitori. Ma c’è un’altra questione che indebolisce, almeno in principio, i consigli del gigante dell’asset management. E’ la critica di “ipocrisia inquietante” mossa contro BlackRock dalla non profit The Asset Owners Disclosure Project. E’ quest’ultima a sottolineare che BlackRock e Vanguard hanno votato contro una proposta avanzata nel maggio 2016 all’assemblea annuale dei soci di Exxon Mobil e che – se fosse passata – avrebbe chiesto al
colosso petrolifero di fornire più dettagli relativi all’impatto sulle sue attività dell’accordo climatico raggiunto a Parigi. Il gestore e il colosso dei fondi comuni sono i due principali azionisti di Exxon.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.