Recepito dalla Regione Toscana

Commercio su area pubblica: soddisfatte le associazioni di categoria per il documento approvato in Conferenza delle Regioni

di Martina Venni - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

crisi-mercati-ambulanti-2-770x513

ROMA – Anva Confesercenti Toscana e Fiva Confcommercio Toscana esprimono soddisfazione per l’approvazione, da parte della Regione Toscana, del documento approvato, i primi di agosto, in Conferenza delle Regioni che stabilisce le linee interpretative e applicative relative alle procedure di selezione per l’assegnazione di posteggi su aree pubbliche.

Il documento punta a fare chiarezza sugli elementi maggiormente critici dell’Intesa siglata dalla Conferenza Unificata Stato-Regioni nel 2012, in modo da garantire l’applicazione omogenea a livello nazionale dei suoi contenuti.

Le due associazioni di categoria sono, da sempre, al fianco e in sostegno del commercio su area pubblica attraverso atti pratici e concreti compiuti nel tempo. Con l’approvazione di quest’atto, che indica ai Comuni i criteri di redazione dei bandi per l’applicazione della Direttiva Bolkestein, si salvaguarda, di fatto, i posti di lavoro di migliaia di famiglie.

Quello approvato, dalla Regione Toscana, è un atto a sostegno dei lavoratori e contro ogni forma di speculazione; da sempre Anva e Fiva si battono per sostenere questo obiettivo condiviso. Oggi, con il recepimento del documento già citato, si inserisce un elemento di tutela per la categoria; inserendo, di fatto, un limite numerico contro la possibile monopolizzazione dei mercati da parte dei grandi capitali.

La battaglia di Anva e Fiva per togliere gli ambulanti dalla Bolkestein, comunque, continuerà; ma oggi con questo atto della Giunta Regionale Toscana, che fa seguito alla mozione approvata lo scorso mese di luglio dal Consiglio Regionale della Toscana, si pone un ulteriore tassello fondamentale per la tutela del commercio su area pubblica nella nostra Regione.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.