Problemi vecchi e nuovi alla riapertura

Firenze, asili nido 2016-2017: calano le liste d’attesa dice il sindaco Nardella

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa
Dario Nardella

Dario Nardella

FIRENZE – Anno scolastico nuovo, problemi vecchi. Scuole rinnovate negli arredi e nelle strutture, apertura di due centri 0-6 anni e più posti negli asili nido: queste alcune delle novità, presentate dal sindaco Dario Nardella e dalla vicesindaca e assessora all’educazione Cristina Giachi per l”anno scolastico che si apre domani 15 settembre.

«L’impegno dell”amministrazione sulla scuola si intensifica – ha sottolineato il sindaco Nardella – alla fine del mandato avremo investito, complessivamente, 485milioni di euro tra personale, servizi ed edilizia scolastica. Intanto abbiamo aperto due nuovi asili 0-6 anni, garantendo la possibilità a 80 bambini in più di andare al nido e ridotto le liste di attesa: lo scorso anno erano 456 i bambini che attendevano un posto, questo sono 410″.In corso, è stato ricordato, il piano di investimenti ”scuola sicura”, incentrato su 5 punti: interventi negli istituti realizzati durante il periodo estivo, per quasi 6 milioni di euro; indagini su elementi strutturali e non (solai,
controsoffitti,elementi appesi) e esecuzione di prove di carico per verificare la staticità degli edifici; un programma di collaborazione con l”Università degli Studi di Firenze e quella di Pisa per una valutazione dell”efficienza antisismica, sia degli edifici scolastici con struttura in cemento armato, acciaio o in muratura, di proprietà del Comune, sia degli impianti sportivi rilevanti; dotazione di defibrillatori, anche
nelle scuole senza palestre, con corsi ed esercitazioni su come affrontare situazioni di pericolo ed emergenza; stanziamento di
quasi 19 milioni di euro per ulteriori lavori negli edifici scolastici sia per interventi di manutenzione sia per indagini diagnostiche».

Rispetto agli asili, il sindaco ha spiegato che, tra le varie novità, «verrà attivato il nido in luglio. Avevamo molte richieste, ora sarà per tutti. Abbiamo rivisto gli accordi con i gestori privati e applicato il regolamento regionale, ottimizzando le risorse: avremo più posti
nido. Abbiamo aperto due nuovi asili zero-sei: Quadrifoglio e Girandola. Il risultato è che ad oggi la lista di attesa è scesa di almeno 50 bambini rispetto all”anno passato».

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.