Il lavoro della Guardia di Finanza e della regione Toscana per arginare il fenomeno

Trasparenza, legalità e regolamentazione per contrastare il fenomeno dell’Abusivismo

di Martina Venni - - Cronaca

Stampa Stampa

venditori-abusiviLa ripresa economica stenta a decollare, nonostante i numeri positivi registrati dal turismo durante l’estate. Ad incidere negativamente in questo contesto si è aggiunta, anche, l’esplosione di un fenomeno che ha conosciuto una crescita esponenziale negli ultimi anni e cioè l’incremento dell’abusivismo ad ogni livello.

Un fenomeno che in questi anni ha assunto dimensioni colossali. Borse, occhiali, ma anche oggetti elettronici venduti illegalmente ovunque. Hotel fai da te messi su nelle seconde case o in appartamenti sfitti, vendita di alcolici nelle piazze, anche ai minorenni, a margine di ogni tipo di evento o manifestazione. Bancarelle e ambulanti irregolari che affollano i centri delle nostre città e le nostre spiagge. Sagre più o meno fittizie. Offerte e vendite on-line di articoli moda da privati non autorizzati.

La Toscana è una meta turistica per eccellenza, i dati dell’estate 2016 lo confermano, che soffre, fortemente, il fenomeno dell’abusivismo: sia nelle città d’arte che lungo la costa tirrenica.

Per contrastare questo fenomeno è fondamentale il lavoro svolto dalle Forze dell’Ordine, in primis dalla Guardia di Finanza. E’ notizia degli ultimi giorni, l’operazione portata avanti in Versilia dalle Fiamme Gialle che ha permesso di portare alla luce un’evasione di oltre 13 milioni di euro ad opera di B&B e Case vacanze completamente sconosciuti al fisco.

Anche la Regione Toscana potrà avere un ruolo determinante, perché si appresta ad approvare il nuovo testo unico sul turismo che ha tra i suoi obiettivi anche quello di contrasto all’abusivismo in particolar modo nel settore ricettivo; tale normativa imporrà che oltre un certo numero di appartamenti affittati a turisti non potranno essere considerati integrazioni al reddito ma avranno le caratteristiche di una vera e propria azienda. L’approvazione di questa norma è un passo fondamentale per la lotta al fenomeno dell’abusivismo, e sarà fondamentale continuare su questa strada andando a regolamentare ogni situazione spinosa ed ambigua.

Confesercenti è al fianco della Guardia di Finanza e della Regione Toscana nel lavoro di contrasto ad ogni forma all’abusivismo, – afferma Nico Gronchi, Presidente Confesercenti Toscanal’obiettivo è trasformare la Toscana in un modello e luogo di eccellenza per trasparenza e legalità.”

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.