Buono il debutto di Salcedo (lievemente infortunato)

Europa League: la Fiorentina domina ma non segna. E’ 0-0 nella bolgia di Salonicco. Pagelle (Foto)

di Sandro Bennucci - - Primo piano, Sport, Top News

Stampa Stampa

babacar-in-lotta-con-tzavellasSALONICCO – Domina il campo la Fiorentina. Recita a lungo la parte della squadra superiore, che può vincere. Ma non trova lo straccio di un gol. Eppure Paulo Sousa aveva provato addirittura il doppio centravanti, rischiando qualcosa, è vero, ma ne valeva la pena. Tuttavia niente da fare: e zero a zero. E pensare che sia Kalinic sia Babacar sono stati bravi, anche lavorando per la squadra. Ma la stioccata vincente, là davanti, è mancata. Bravi, come al solito Borja Valero e Badelj che hanno avuto anche qualche occasione per tirare in porta. Ma non riescono a cantare e portare la croce. Il punto, intendimoci, non è disprezzabile, ma il Paok è squadra battibile. La Fiorentina fa il compitino però non ce la fa a superare con un successo l’esame di greco. E allora dovrà provarci con il latino: domenica scenderà al Franchi la Roma. Sarà tutta un’altra storia. La Fiorentina dovrà provare a vincere per dare finalmente una mossa positiva alla sta stagione, fin qui piuttosto balbettante. Maxi Olivera? Meglio, rispetto ai 28 minuti di Genova: ha avuto addirittura un grande spunto nel primo tempo, mettendo Babacar in condizione di segnare. Occasione sprecata. E ora, come detto, occhio alla Roma. Servirebbe quella vittoria fin qui, in vano, cercata.

tifosi-viola-sugli-spalti-a-saloniccoBABACAR – Una bolgia lo stadio del Paok. Era prevedibile. Meno intuibile era la mossa di Paulo Sousa di schierare la doppia punta, ossia il tandem Kalinic-Babacar. Non aveva dato l’impressione, Paulo Sousa, di voler fare questo tentativo. Ma è una sua caratteristica, quella di mescolare le carte per non dare riferimenti. Altra novità: Salcedo in difesa. Conferma per Olivera sulla fascia sinistra della metà campo. Tomovic sulla fascia. Motivo? Togliergli un po’ di responsabilità in difesa, grazie alla protezione più arretrata di Salcedo. La Fiorentina, in maglia rossa, cioè la terza maglia della stagione, tiene bene il campo grazie a una tecnica più raffinata. I greci hanno piedi più ruvidi: Leovac (17’) si esibisce addirittura in un clamoroso liscio quasi al limite dell’area viola. La Fiorentina gestisce la palla, ma il Paok è particolarmente aggressivo e cerca di aprirsi spazi. Bello spunto viola (25’): Olivera scatta sulla fascia sinistra e mette un bel pallone in mezzo, dove Babacar è bravo a tirare. Il portiere greco para d’istinto, ritrovandosi il pallone sulla mano sinistra. Grande occasione. Purtroppo non trasformata in gol. Ma Baba è stato attivo e pungente nel primo tempo. Decisamente positiva la sua prestazione, almeno nella prima parte di gara.

Tifosi viola sugli spalti dello stadio di Salonicco

Tifosi viola sugli spalti dello stadio di Salonicco

BADELJ – Si muove bene Kalinic, come sempre al servizio della squadra. Ma non riceve troppi palloni giocabili. Picchiano un i giocatori del Paok, quasi sempre in ritardo. Cercano di ripartire, ma la difesa della Fiorentina è molto presente. Si distingue Salcedo. Impeccabile. Buone le ripartenze viola: al 37’, dopo una bella triangolazione partita da Ilicic, Borja Valero arriva al tiro dal limite dell’area. Parata a terra di Glykos. Finisce un primo tempo non esaltante, ma ravvivato solo da qualche buona occasione della Fiorentina. In avvio di ripresa Fiorentina più intraprendente. Azione tutta croata (4’) Kalinic scambia con Badelj che tira, ma la palla è fuori. Due minuti dopo è ancora Badelj a fare un gran recupero a tre quarti: passaggio filtrante per Babacar che, da dentro l’area, batte a rete ma trova Glykos pronto alla parata. Ivic, allenatore del Paok, s’impressiona e fa due cambi: Shakhov per Pelkas e Crespo per Djalma. Sousa risponde inserendo Carlos Sanchez per Ilicic. Risultato? Borja più libero di avanzare e proporre.

RODRIGUES – La Fiorentina controlla il gioco, ma non trova lo spiraglio per segnare. Salcedo lamenta un dolore. Sousa lo toglie e inserisce Bernardeschi che sembrava dovesse sostituire Babacar. Che poi per lasciare iil posto a Tello. Brivido per i viola (38’) Rodrigues s’infila in area ma la conclusione è prevedibile per Tatarusanu. Rovesciamento di fronte improvviso, ma nemmeno i viola riescono a sfondare. Peccato. Il Paok si fa pericoloso con Rodrigues che vorrebbe un inesistente rigore negli ultimi istanti di recupero. Ma è la Fiorentina che può recriminare per un pari che le sta stretto. Peccato. La trasferta era abbordabile. Ora testa alla Roma.

Paok – Fiorentina

Paok Salonicco (4-3-3) Fiorentina (3-4-1-2) 
Gljkos6,5Tatarusanu6
Matos6Salcedo (nel st dal 28' Bernardeschi, 6)6
Varela6Gonzalo Rodriguez6
Tzavellas6Astori6
Leovac5,5Tomovic5,5
Cimirot5,5Badelj7
Canas5,5Borja Valero6,5
Pelkas (nel st dal 12' Shakhov, 6)5,5Olivera6
Djalma (nel st dal 12' Crespo)5,5Ilicic (nel st dal 17' Sanchez, 6)5,5
Athanasiadis (nel st dl 34' Thiam, 6)5,5Kalinic6
Rodrigues6Babacar (nel st dal 32' Tello, sv)6,5
All: V. Ivic5,5All: P. Sousa6
Arbitro:Vincic (Slovenia)6
Marcatori:
NoteAmmoniti: Matos, Ilicic, Gonzalo Rodriguez, Shakhov

GIRONE J

Risultati

Qarabag (Aze)-Liberec (Cec) 2-2
Paok (Gre)-Fiorentina (Ita) 0-0

Classifica

Liberec 1 1 0 1 0 2 2

Qarabag 1 1 0 1 0 2 2

Fiorentina 1 1 0 1 0 0 0

Paok        1 1 0 1 0 0 0

Tag:, ,

Sandro Bennucci

Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post
sandro.bennucci@firenzepost.it

Commenti (1)

  • Pierluigi

    |

    Il babbo di Leonardo Pieraccioni, mio grande amico, quando uno spettacolo non gli piaceva, diceva “mi fa svegliare i bachi”.
    La partita di ieri sera ci si è avvicinata.
    Auguri per la partita con la Roma: visti i precedenti qualche esorcismo lo farei.

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.