Tra la sede centrale di Piazza delle Belle Arti e quella staccata di Villa Favard

Firenze: al via sabato 17 settembre la stagione 2016-2017 del Conservatorio Cherubini

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa
Un concerto del Conservatorio a Villa Favard

Un concerto del Conservatorio a Villa Favard

FIRENZE – Col Concerto n.1 di Niccolò Paganini, eseguito dall’Orchestra Sinfonica del Conservatorio Luigi Cherubini, diretta dal maestro Paolo Ponziano Ciardi, con la violinista ucraina Anastasiya Petryshak quale solista d’eccezione, al Teatro Niccolini di Firenze si apre sabato 17 settembre alle 21 la nuova stagione di eventi del Conservatorio Cherubini. Anastasiya Petryshak suonerà il prezioso violino “Eberle” di proprietà del conservatorio, straordinario esemplare della tradizione liutaria napoletana, costruito intorno al 1770, recentemente restaurato.

Il Conservatorio Cherubini, sotto la direzione di Paolo Zampini, propone per l’anno 2016-2017 circa 200 corsi e un calendario di altrettanti eventi quasi tutti a ingresso libero («Tutta la musica per tutti», consultabile su www.conservatorio.firenze.it).

Da settembre a Giampiero Basile è subentrato alla presidenza il magistrato Pasquale Maiorano, tarantino di origine ma fiorentino di adozione, che assicura la continuità copn la precedente direzione e intende affrontare le molte novità normative e legislative. Porterà avanti il progetto Adam (Access Documentation Audio and Music) per la valorizzazione delle norme del patrimonio di documenti sonori del conservatorio e delle varie collezioni, che sono in parte digitalizzati grazie al progetto Martlab, e della digitalizzazione dei documenti cartacei della biblioteca. «La nostra volontà non è solo quella dell’utilizzo per fini didattici e scientifici all’interno della stanza multimediale adibita in Villa Favard, ma anche la fruibilità da parte della collettività attraverso la creazione di un portale on line», spiega.

Gli eventi si svolgeranno principalmente presso le due sedi del conservatorio, quella centrale in piazza delle Belle Arti, e quella staccata nella quattrocentesca Villa Favard (via di Rocca Teldalda, Rovezzano), oltre a vari luoghi chiave della città e della regione. Tra gli eventi, il 30 settembre presso l’Opera di Firenze si terrà un concerto nell’ambito della Notte dei Ricercatori – Bright, organizzato dall’Università degli Studi di Firenze. L’orchestra del Cherubini eseguirà arie dalle più belle opere di Donizetti, Verdi, Puccini, e, in chiusura la pièce musicale «La notte di Bolero. La scienza svela Ravel», per voce recitante e orchestra, in cui il rettore dell’università Luigi Dei spiegherà il Bolero di Ravel in forma scientifica, dalla successione dei soli all’aumentazione ritmica della percussioni.

Gli altri concerti del ciclo «Solista e Orchestra», eseguiti dall’Orchestra del Conservatorio diretta da Paolo Ponziano Ciardi, saranno il 9/10 nella Cattedrale di San Zeno a Pistoia su musiche di Mozart, Copland, Paganini (con i solisti Pietro Ortimini al violino, Marco Gallina alla viola, Luka Boskovic al clarinetto e quale ospite la solista esterna Anastasiya Petryshak al violino “Eberle”, grazie alla collaborazione con Fondazione Hruby), il 14/10 all’Auditorium Cassa di Risparmio di Firenze, su brani di Scriabin (al piano Sofia Tapinassi) e Beethoven (al piano Sergio Costa), e il 3/11 nella Chiesa della Ss. Annunziata di Firenze su Brahms (con la violinista Daria Nechaeva) e Faurè, evento quest’ultimo connesso al 50° anniversario dell’alluvione del 1966.

Dal 21 al 27 novembre, presso la Palazzina Reale di Santa Maria Novella, il Conservatorio Cherubini organizza la seconda edizione di Diffrazioni – Firenze Multimedia Festival, manifestazione di arti e musica multimediale, che indaga i territori della contemporaneità, proponendo concerti e performances, conferenze, masterclass, installazioni visive.

Il 6/10 iniziano «I giovedì di Casa Martelli», ciclo di concerti in collaborazione con Opera di Firenze/Fondazione del Maggio Musicale Fiorentino. Il primo appuntamento sarà una Maratona di Belcanto, cinque ore di musica vocale e strumentale da seguire passeggiando nelle varie stanze del Museo di Casa Martelli, ricche di preziose opere d’arte e di antiche suppellettili. Si esibiranno cantanti, pianisti e strumentisti dell’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino e del Conservatorio. Gli altri appuntamenti sono “Pucciniana” (17.11), “Angeli e demoni” (19.01), “Mostri all’Opera” (16.02) e “I due illustri rivali: Mozart e Salieri” (16.02). Dal 24 al 30/19 torna in scena al Teatro Goldoni «Al canto, al ballo. Come un giorno nacque l’Opera a Firenze». Il 28 febbraio e 1 marzo all’Opera di Firenze ci sarà la rappresentazione de «Le convenienze e inconvenienze teatrali», farsa in un atto e due scene su libretto di Domenico Gilardoni e musica di Gaetano Donizetti, con la regia di Andrea Cigni e la partecipazione di Bruno de Simone.

Si rafforza anche la collaborazione con l’Orchestra della Toscana. Al concerto di inaugurazione della stagione dell’Ort sotto la direzione di Daniele Rustioni, il 21/10 al Teatro Verdi, prenderanno parte anche studenti selezionati del Conservatorio e dell’istituto Franci di Siena. Gli altri appuntamenti dell’Ort in collaborazione con il Cherubini saranno il Concerto di Natale con i valzer della Vienna di Strauss diretti dal M° Peter Guth (24/12) e quello su musiche di Sibelius, Berio e Brahms, con l’orchestra diretta da Thomas Dausgaard e con il mezzosoprano Cristina Zavalloni (20/04).

Molti anche gli eventi in regione. Tra le novità del nuovo anno accademico, l’adesione al consorzio internazionale European Opera Academy (http://www.europeanopera.academy), che vede il Conservatorio di Firenze primeggiare insieme a altre 12 tra le maggiori accademie europee per l’offerta di moduli di specializzazione su diversi aspetti dell’arte lirica e del Belcanto, dedicato sia a studenti iscritti in una delle istituzioni consorziate che ad esterni. Il conservatorio ha già ricevuto 7 adesioni per moduli di specializzazione sull’Opera rinascimentale e barocca, il Belcanto rossianiano e il repertorio pucciniano, ed è tra tutte le consorziate quella con il più alto numero di iscritti nell’anno pilota 2016-2017.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.