Nell'aula magna universitaria di via Laura 48

Firenze: «I sentieri dell’anima: psicoanalisi e religioni», convegno venerdì 16 e sabato 17 settembre

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa
Lo psicologoe antropologo Carl Gustav Jung

Carl Gustav Jung

FIRENZE – Venerdì 16 e sabato 17 settembre, nell’aula magna del plesso didattico universitario di via Laura 48, si terrà il convegno internazionale della Jung Hillman Archetypal Psychoanalysis Association (Jhapa), fondata a Firenze da Daniele Cardelli, analista junghiano, già docente all’Institut Carl Gustav Jung di Zurigo e all’Università degli Studi di Firenze, fondatore e direttore del Circolo Jung e della Scuola Master Internazionale di Studi sull’Anima.

L’argomento? L’anima, naturalmente. Si intitola difatti e «I sentieri dell’anima: psicoanalisi e religioni». Gli studiosi riuniti, tra i quali Giorgio Antonucci, il rabbino capo della comunità ebraica della Toscana Joseph Levi, l’imam di Firenze e presidente dell’Ucoii, Izzeddin Elzir, il monaco buddista e maestro zen Massimo Squilloni, Debora Spini, già presidente del concistoro della Chiesa Evangelica Valdese, Luciano Tomek, sacerdote cattolico, docente alla facoltà teologica dell’Italia centrale di Firenze e all’Istituto superiore di scienze religiose di Siena, si propongono di indagare l’anima e i suoi percorsi da diverse angolature, confrontando i diversi punti di vista di alcuni tra i più autorevoli esponenti di alcune religioni. Firenze è pur sempre la città del Fiorino d’oro a James Hillman, pioniere della cosiddetta ‘psicologia archetipica’.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.