In via precauzionale è in terapia intensiva

Meningite Firenze: nuovo caso, bimbo di tre anni già vaccinato ricoverato al Meyer

di Redazione - - Cronaca, Primo piano, Top News

Stampa Stampa

Ospedale Meyer Firenze

FIRENZE – Nuovo caso di meningite di tipo C in Toscana, colpito un bambino di 3 anni di Fucecchio, ora ricoverato al pediatrico Meyer di Firenze, in via precauzionale in terapia intensiva spiega una nota della Regione Toscana. La situazione comunque “è stabile e per il momento tranquillizzante, anche perché era stato vaccinato contro il meningococco C nel 2014”. Proprio il laboratorio di immunologia della Aou Meyer di Firenze ha confermato la diagnosi di sepsi da meningococco di tipo C. Ieri, si spiega, il bimbo “aveva accusato febbre alta con convulsioni”: ricoverato all’ospedale di Empoli è stato poi trasferito al Meyer per “l’aggravarsi della situazione”. Riguardo al fatto che sia stato colpito nonostante il vaccino, la Regione rileva che “come è noto, in una minima percentuale i vaccini possono non garantire la totale immunità dalle malattie. In genere, però, la vaccinazione fa sì che si abbiano forme più attenuate, o comunque con prognosi migliore di quella che si avrebbe se non vaccinati”.

L’Asl Toscana Centro-zona di Empoli ha immediatamente attivato le procedure per la profilassi, e sta sottoponendo a copertura antibiotica le persone, peraltro già individuate, che negli ultimi otto giorni hanno avuto contatti stretti e ravvicinati con il bambino. Il numero di questi è per fortuna esiguo e non supera le trenta persone complessivamente. La Regione ricorda che a scopo cautelativo e solo per maggiore sicurezza la profilassi dei contatti dovrà essere eseguita anche se è già stata effettuata la vaccinazione contro il meningococco C.

In due anni in Toscana, da inizio 2015 a luglio scorso, in Toscana si sono registrati 66 casi di meningite, la quasi totalità, 52, del tipo C. Numeri che hanno portato la Regione Toscana a promuovere una campagna di vaccinazione intensiva e ad avviare indagini epidemiologiche per capire il perché del ripetersi dei casi della meningite C anche tra la popolazione adulta, non solo tra i giovani, in particolare nell’area Toscana centro, per i cui cittadini, di qualunque età, il vaccino è fornito gratuitamente.

MUGNAI – Il nuovo caso di meningite C che ha portato un bambino di Fucecchio nell”ospedale Meyer di Firenze riapre lo stillicidio dei contagi che, dall’inizio di quest”anno, fatta salva la tregua estiva, appare senza fine. E’ necessario vaccinarsi in maniera diffusa, sottoporsi alla profilassi senza timori e subito, così che il siero possa fare effetto prima che arrivi il freddo”. Lo afferma il capogruppo Fi in Consiglio regionale Stefano Mugnai dopo il nuovo caso di meningite che ha interessato un bimbo di 3 anni già vaccinato. “In tutto questo, però – aggiunge in una nota -, bisogna che i vaccini siano disponibili e che i presidi sanitari siano organizzati, non come avvenne lo scorso anno. Non vorrei sentire dalla Regione la solita tiritera dell”emergenza imponderabile e delle scorte esaurite perché ”non si poteva prevedere”.

 

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.