Aveva avuto un problema alla schiena

Firenze: licenziata perché non può sollevare pesi sopra 8 chili. L’avvocato impugna il provvedimento

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

tribunale-firenze-novoliFIRENZE – Una dipendente part time, addetta alla vendita, presso il negozio Coop di Pelago, in servizio dal 1991 con contratto di lavoro a tempo indeterminato, è stata licenziata, secondo quanto afferma l’avvocato Pier Luigi D’Antonio che ha impugnato il provvedimento, perché non sarebbe più in grado di sollevare pesi superiori agli 8 chilogrammi.

La signora, M. M., dipendente definita storica del negozio,  ha avuto un problema alla schiena causato – afferma il legale – con molta probabilità dall’attività lavorativa ( è in corso un procedimento di riconoscimento di malattia professionale all’INAIL).  Dopo un breve periodo di assenza dal lavoro, al suo rientro è stata sottoposta ad una visita medica dal medico del lavoro aziendale, il quale ha certificato l’idoneità al lavoro con limitazioni. Tali limitazioni sono state dettagliate dall’Azienda Sanitaria di Firenze che ha ritenuto la stessa ” idonea alla mansione di addetta alle vendite ” indicando come limitazione il fatto che la “non deve movimentare pesi superiori a 8 chilogrammi”. Tali limitazioni a giudizio dell’Azienda Sanitaria di Firenze ” non appaiono incompatibili con gli attuali compiti lavorativi svolti in rapporto di tempo parziale dalla dipendente”.

Il datore di lavoro, in data 25 agosto 2016, dopo avere collocato in ferie forzate e aspettativa retribuita per più di un mese la lavoratrice,  l’ha licenziata per giustificato motivo oggettivo affermando che ” la tipologia e l’entità delle limitazioni accertate……hanno determinato il venir meno di ogni possibile apprezzabile interesse alle ridotte prestazioni lavorative”. La signora, assistita appunto, dall’avvocato D’Antonio, ha impugnato il licenziamento e depositerà presso il Tribunale di Firenze Sezione Lavoro il Ricorso giudiziario con il quale in virtù della natura discriminatoria del provvedimento di licenziamento chiederà la reintegrazione nel posto di lavoro.

 

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.