Prima sconfitta dei bianconeri che disputano una gara sottotono

Calcio: L’Inter supera (2-1) la Juve e si aggiudica il derby d’Italia

di Redazione - - Cronaca, Sport

Stampa Stampa

foto IPP/alessandro sabattini milano 18-09-2016 campionato calcio serie a 2016-2017 inter-juventus nella foto mauro icardi festeggia il gol del 1-1

MILANO – Il ‘Derby d’Italia’ se lo aggiudica l’Inter che in un colpo solo dimentica la figuraccia di coppa contro l’Hapoel e batte i rivali storici. I nerazzurri vincono in rimonta dopo essere andati in svantaggio con il gol di Lichtsteiner, pareggiano con Icardi e poi realizzano la rete della vittoria con Perisic, a nulla può stavolta l’ingresso di Higuain ad un quarto d’ora dalla fine. Per la Juventus è una sconfitta, dopo il pareggio di Champions contro il Siviglia per 0-0, che rischia di creare qualche crepa nelle certezze bianconere. Allegri dopo il forfait di Dani Alves si affida a Lichtsteiner, Pjanic torna a centrocampo e in avanti il tecnico bianconero gioca con il tandem dell’anno scorso Mandzukic-Dybala e lascia Higuain in panchina. De Boer invece gioca con Santon e D’Ambrosio sugli esterni con Eder a fare coppia con capitan Icardi. Pronti via e già un episodio dubbio con Khedira fermato in fuorigioco dubbio dall’assistente dell’arbitro Tagliavento, mentre era a tu per tu contro Handanovic. Al 22′ Allegri è costretto a sostituire Benatia che accusa un problema alla coscia destra dopo un intervento su Eder, al suo posto entra Barzagli. Al 33′ la Juventus ha la clamorosa occasione di portarsi in vantaggio, su cross dalla sinistra di Alex Sandro Khedira è lasciato tutto solo ma il suo colpo di testa è centrale e Handanovic para senza problemi. Un minuto dopo l’occasione più ghiotta per l’Inter capita ad Icardi che vince un contrasto di forza con Bonucci ma il suo tiro scheggia il palo.

Nella ripresa parte meglio l’Inter che nei primi minuti prova ad alzare il baricentro ed è pericolosa al 9′ con Eder sfiora il vantaggio con un tiro che però è deviato in calcio d’angolo. Al 18′ Chiellini perde palla, ne approfitta Joao Mario che accelera e scarica per Icardi, cambio gioco verso Candreva che al volo di destro sfiora il palo lontano. Due minuti dopo la Juventus passa in vantaggio: Alex Sandro va via sulla destra, mette palla al centro per Lichtsteiner che da due passi segna la rete dello 0-1. La reazione dell’Inter è immediata e al 22′ pareggia: calcio d’angolo di Candreva, Icardi di testa svetta più in alto di Bonucci e Mandzukic e batte Buffon. Al 28′ Allegri manda in campo Higuain al posto di Mandzukic ma al 32′ è l’Inter a portarsi in vantaggio: Alex Sandro sbaglia un retropassaggio e ne approfitta Banega che serve Icardi, l’attaccante argentino si decentra e crossa per Perisic che di testa la piazza alle spalle di Buffon.

Al 35′ primo squillo di Higuain che di testa su cross di Alex Sandro brucia Murillo ma la palla termina di poco a lato e tre minuti dopo è Pjanic a rendersi pericoloso con una punizione che termina fuori. Ad un minuto dala fine l’Inter resta in dieci per l’espulsione di Banega per doppio giallo ma la Juventus non ne approfitta ed al fischio finale è un tripudio per il popolo nerazzurro che vede salire la squadra a 7 punti a meno due dalla Juventus seconda che resta a nove punti.

Juve pretenziosa, poco precisa a centrocampo e affannata spesso in difesa, soprattutto dopo l’uscita di Benatia. Alcuni errori commessi da Barzagli e Alex Sandro non sono consueti, per cui Allegri dovrà registrare qualcosa nella sua formazione. Anche in attacco dove sarebbe necessaria la presenza di Higuain fin dall’inizio. Ma intanto è arrivato il primo stop, dopo la delusione in coppa. La trimurti Agnelli, Marotta, Nedved in tribuna non aveva l’aria molto soddisfatta.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.