Fischi ai biancazzurri, applausi ai toscani

Empoli in cattedra (e traversa di Pucciarelli) ma la Lazio vince (2-0) nell’Olimpico semideserto. Pagelle

di Paulo Soares - - Sport

Stampa Stampa
Lazio-Empoli: Gilardino in azione in mezzo a due biancazzurri

Lazio-Empoli: Gilardino in azione in mezzo a due biancazzurri

ROMA – Empoli combattivo, coraggioso ma sostanzialmente sfortunato. Batto dalla Lazio (2-0) in un Olimpico semideserto (12mila
spettatori si e no). I biancazzurri hanno ragione, ma con tanta fatica e un pizzico di fortuna, dei toscani scesi a Roma con le
migliori intenzioni, due punte e mezzo e che sicuramente avrebbero meritato ben di più. Basta l’ex ribelle Keita per riportare il sorriso nell’ Olimpico biancoceleste, anche se la prestazione è tutt’altro che da ricordare, complice anche l’ennesima ricaduta di Lucas Biglia che si ferma dopo 9′ (problema al polpaccio). Keita è su ogni palla buona e già al 26” può fare bingo ma Bellusci salva miracolosamente. Nulla può invece la difesa toscana quando, sempre il senegalese, s’inventa un potentissimo tiro rasoterra su cui Skorupski nulla può. La rete ha il vantaggio di regalare ai padroni di casa metri e metri di campo, una vera manna per le due sguscianti ali biancazzurre che però non concretizzano.

lazio-empoli2lazio-empoli1E così sale in cattedra l’Empoli che Martusciello ha messo davvero bene in campo, con Gilardino e Pucciarelli che diventano via via sempre più pericolosi. La riprova arriva al 43′ quando il n.20 toscano s’invola sulla sinistra e crossa per Gilardino che brucia Radu ma non Strakosha che si vede arrivare la palla addosso e respinge come può. Poi è la volta di Bellusci a vanificare il possibile pareggio: palla sopra la traversa e tutti negli spogliatoi a rinfrescarsi dopo i primi caldissimi 45′, con tanto di time-out a metà tempo. Nella ripresa Pucciarelli prende una clamorosa traversa interna dopo un bellissimo tiro al volo da posizione defilata. La Lazio sembra rimasta negli spogliatoi, svagata, senza nerbo e corsa, pensa solo a difendersi e a ripartire, anche se Immobile sembra aver marcato visita. Keita, prova ad alleggerire il pressing con un tiro che finisce alto. L’Empoli va vicino al pari con un batti e ribatti in area biancoceleste. E’ poi il turno di
Stakosha salvare il risultato dopo una splendida semirovesciata del solito Pucciarelli. E, come sempre succede, sul rovesciamento di fronte, tocca alla Lazio gioire con Lulic che approfitta di un pastrocchio della difesa empolese per mettere dentro di testa per l’immeritato 2-0. La Lazio incamera i tre punti ma anche i tanti fischi dell’Olimpico che ha tremato fino alla fine e a cui nemmeno l’aggancio in classifica alla Roma fa tornare il sorriso.

Tabellino

Lazio (3-5-2): Strakosha 6.5; Wallace 5.5, De Vrij 6, Radu 6; Felipe Anderson 6 (39” st Lombardi sv), Parolo 5.5, Biglia sv
(9” pt Cataldi 5.5), Milinkovic-Savic 5.5, Lulic 6; Immobile 5, Keita 7 (21” st Lukaku 6). All.: S. Inzaghi 6.

Empoli (4-3-1-2): Skorupski 6; Zambelli 6, Bellusci 5.5, Barba 6 (33” pt Cosic 6), Pasqual 6; Tello 6 (14′ st Marilungo 6), Josè Mauri 6.5, Croce 6; Saponara 5.5; Gilardino 5.5 (33′ st Mchedlidze sv), Pucciarelli 7. All.: Martusciello 6.5.

Arbitro: Fabbri di Firenze 6

Marcatori: nel pt 29′ Keita; nel st 45′ Lulic

Angoli: 6-6

Ammoniti: Zambelli, Anderson, Pasqual per gioco scorretto

Spettatori: 10.100.

Tag:, , ,

Paulo Soares

Paulo Soares

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.