Condannato nel 2013 dalla Corte d'Appello di Firenze

Arezzo: albanese 27enne arrestato dalla polizia stradale. Doveva scontare 4 anni di reclusione

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

Polizia stradale  FOTO

AREZZO – Era convinto che l’Italia fosse proprio un bel Paese, dove poter vivere senza saldare i conti con la giustizia, guidando pure in barba alle più elementari regole di sicurezza, come quelle sull’uso del casco e sull’assicurazione. L’uomo, nato 27 anni fa in Albania e domiciliato ad Arezzo, ieri si era recato all’Esselunga con il suo scooter. Uscendo dal supermercato, con la spesa appena fatta si è messo in sella al mezzo, avviandosi a tutto gas verso casa.
Ma una pattuglia della Polizia Stradale di Arezzo, accorgendosi che non aveva il casco allacciato, lo ha fermato. I poliziotti, su input della Direzione Centrale delle Specialità della Polizia di Stato, stavano attuando una mirata attività di prevenzione, imperniata anche sul corretto uso delle cinture di sicurezza e del casco, che fanno sempre la differenza in caso di incidente.
Lo straniero, che per la sua spavalderia non aveva neppure pensato ad assicurare la moto, riteneva di potersela cavare con una multa. Ma gli agenti della Polstrada hanno sviscerato il caso, riuscendo a scoprire che l’albanese, rapinatore seriale e specializzato nelle razzie all’interno delle abitazioni, aveva da scontare 4 anni di reclusione, inflitti dalla Corte di Appello di Firenze a fine 2013.
Lo straniero, appena ha compreso che la vicenda si stava mettendo molto male, ha provato a fare il vago, inutilmente. I poliziotti hanno sequestrato la sua moto e lo hanno condotto nel carcere di Arezzo, ove lui salderà il debito verso la giustizia. Quando uscirà sarà ricondotto in Albania, con biglietto di sola andata.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.