Notizie alterne sull'attività della società

Piombino: Aferpi (ex Lucchini) prende tempo per l’avvio delle acciaierie. Slitta l’incontro al Ministero

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa

aferpi1

PIOMBINO – Continuano le notizie alterne sull’attività di Aferpi, in vista della ripartenza, prevista e auspicata, delle acciaierie. Per il momento, dopo avere presentato al gotha del trasporto ferroviario gli impegni sul nuovo laminatoio rotaie, Aferpi prende tempo sull’avvio dell’atteso cronoprogramma con l’acquisto di un forno elettrico. Piano che, secondo gli accordi, avrebbe dovuto essere presentato ieri al tavolo del ministero dello Sviluppo.

L’azienda, scrive Il Sole 24 Ore oggi in edicola, avrebbe bisogno di qualche giorno in più per finalizzare gli ultimi dettagli (sul tavolo i nodi relativi al finanziamento del circolante e del piano stesso) e per questo motivo la riunione(come confermano fonti ministeriali) slitta, e dovrebbe essere riconvocato a breve.

Dopo la presentazione dei piani sul forno, lo scorso aprile, in questi giorni l’attenzione si è concentrata sul nuovo laminatoio rotaie. Il progetto è stato accolto con favore dalla comunità ferroviaria, nell’ultima edizione di Innotrans (la più grande fiera mondiale del settore), a Berlino. I nuovi impianti saranno eco-friendly e a basso consumo, grazie al preriscaldo della carica e all’alimentazione della laminazione con billette e blumi caldi.

Inoltre, come riferisce Aferpi, Sms Innse (la società che fornisce l’impianto) avrebbe fornito garanzie per la massima flessibilità produttiva degli impianti, al fine di consentire di realizzare acciai secondo le esigenze del mercato.

Strano silenzio del governatore Enrico Rossi, attualmente molto impegnato nella sua personale campagna elettorale in vista delle elezioni del segretario nazionale Pd.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.