Sabato 1 ottobre alle ore 20

Opera di Firenze: Andrej Borejko inaugura la Stagione Sinfonica 2016-2017

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa
Borejko

Il direttore d’orchestra russo Andrej Borejko

FIRENZE –  Sabato 1 ottobre si apre la Stagione Sinfonica 2016-2017 dell’Opera di Firenze col ritorno, dopo diversi anni di assenza, del direttore russo Andrej Borejko sul podio dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, in un concerto che prevede la partecipazione anche del coro per una composizione non fra le più eseguite: la versione integrale del poema sinfonico «Psyché» di César Franck, che coi suoi cinquanta minuti occupa la seconda parte della serata. Prima dell’intervallo si ascoltano la «Tragische Ouvertüre» di Johannes Brahms e, in prima esecuzione  italiana, il brano «Nu.Mu.Zu» del compositore georgiano Giya Kancheli (nato a Tbilisi nel 1935). «Nu.Mu.Zu», commissionato dall’Orchestre National de Belgique e dalla Seattle Symphony Orchestra, è stato eseguito per la prima volta a novembre 2015 per commemorare gli attentati terroristici di Parigi. Il titolo del brano, in sumero, significa ‘Io non lo so’, e il compositore georgiano ha motivato così la sua scelta «Quando ero giovane credevo di fare qualcosa che capivo; adesso che ho 80 anni mi rendo conto che non so nulla, che non riesco a capire cosa stia accadendo nel mondo, come mai ci siano eventi così inquietanti».

«Il cuore del programma» racconta Andrej Borejko «è da rintracciarsi in un’illustrazione musicale tratta dal famoso episodio delle ‘Metamorfosi’ di Apuleio. I lavori per orchestra e coro di César Franck – ad eccezione forse della Sinfonia in re minore e delle Variazioni Sinfoniche per piano e orchestra – sono poco conosciuti oltre i confini di Francia e Belgio. L’esecuzione di ‘Psyché’ vuole essere un passo in avanti per correggere questa ingiustizia».

Dal settembre 2012 Andrej Borejko è direttore dell’Orchestre National de Belgique, di cui ha considerevolmente esteso l’attività sia in Belgio che all’estero, ampliandone il repertorio tradizionale con opere contemporanee che includono anche commissioni espressamente date ad alcuni dei maggiori compositori di oggi. Attivissimo in America, in Europa Borejko ha diretto tutte le più importanti orchestre. È stato premiato per la sua innovativa programmazione, per tre stagioni consecutive, dal Deutscher Musikverleger Verband, primo nella storia del premio.

 Opera di Firenze (Piazzale Vittorio Gui, 1 – Viale Fratelli Rosselli)

Sabato 1 Ottobre, ore 20

Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino diretti da Andrej Borejko. Maestro del Coro: Lorenzo Fratini

Johannes Brahms, Tragische Ouvertüre in re minore, op. 81 – Giya Kancheli, Nu.Mu.Zu (prima esecuzione italiana) – César Franck, Psyché, poema sinfonico per coro e orchestra FWV 47

Guida all’ascolto: Opera di Firenze, ore 19.15 (foyer galleria)

Biglietti da 10 a 50 auroi in vendita anche online sul sito dell’Opera di Firenze

 

 

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.