Presentata stamani nella nostra città

Firenze: Teatro del sale football club, una squadra inclusiva. 10 italiani e tredici immigrati

di Redazione - - Cronaca, Sport

Stampa Stampa

Teatro sale football club

FIRENZE – Lamina, originario dal Gambia, ha 17 anni, ha perso il papà quando ne aveva cinque e la mamma quando ne aveva 12. A 16 anni ha deciso di andare via dal suo Paese e così poco più che adolescente ha iniziato un cammino che lo ha portato fino a Firenze. A piedi, da solo e senza soldi. Quella di Lamina è una delle tante storie dei calciatori del Teatro del Sale Football club, la squadra composta da 10 italiani e tredici extracomunitari e presentata questa mattina a Firenze e che ha lo scopo di favorire l’integrazione attraverso lo sport. Con lui nella rosa anche Uva, centrocampista nigeriano, Francis, difensore centrale ghanese ma anche il docente universitario Neri Binazzi, Neri Calamai, promotore dell’iniziativa e Niccolò, studente universitario che della squadra è anche il capitano. Allenatore Michelangelo, palermitano: una storia di inclusione sociale che vede questi ragazzi allenarsi insieme per ora due volte a settimana. Di Lamina è stato raccontato l’arrivo in Libia, la voglia di salire su uno barcone per l’Italia ma anche la consapevolezza di non aver la possibilità di pagare quel viaggio. Più volte ha provato a salire sù ma per tre volte è stato preso a bastonate dagli scafisti, solo alla quarta volta, grazie all’aiuto di una donna che gli ha teso la mano, c’è riuscito. Il viaggio fino a Palermo e poi quello fino a Firenze. Per vivere ha lavato vetri, auto, chiesto l’elemosina. “Nel giro di un paio di mesi – ha detto Neri Calamai – il colore della pelle è scomparso ed arriva il simpatico, l’antipatico, quello ritardatario, quello preciso”.

L’idea è nata da una storia triste, la morte di un ragazzo africano. “Un mese dopo la disgrazia Francis ed Ovadia – ha concluso Calamai – ci hanno chiesto di giocare con noi e così ha avuto inizio la storia. Anche il campionato amatoriale è fatto di spese, di qui anche collette per comprare materiale o comunque tanti aiuti per l’affitto del campo di allenamento e quello che serve”. La squadra parteciperà al campionato Aics B2, giocherà al Velodromo delle Cascine. La maglia a righe bianca e rossa come i clown. Presidente l’attrice Maria Cassi.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.