L'uomo aveva lasciato un messaggio d'addio ai familiari

Signa: suicidio di imprenditore sventato dai carabinieri. Lo hanno rintracciato grazie al fiuto dei cani

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

carabinieri-cinofili

SIGNA – Sventato dai carabinieri il suicidio di un imprenditore in difficoltà economiche che si era allontanato da casa: quando è stato rintracciato da una pattuglia, l’uomo ha abbracciato i militari e li ha ringraziati per aver scongiurato il peggio.  I carabinieri della compagnia di Signa (Firenze) hanno trovato un uomo, 72 anni, che risultava irreperibile dalla mattinata di ieri. L’uomo, titolare di una ditta a gestione familiare operante nel settore del materiale ferroso, a seguito di alcune difficoltà economiche, si era reso allontanato da casa lasciando ai familiari un biglietto di addio e incoraggiandoli ad “andare avanti nel lavoro”.

Il tenore del messaggio rendeva lecito ipotizzare un imminente pericolo di vita per l’uomo, tant’è che sono state immediatamente avviate le ricerche con tutti i mezzi a disposizione. Le ricerche, andate avanti tutta la notte, sono arrivavate ad una svolta grazie all’utilizzo dei cani molecolari in dotazione al nucleo cinofili dell’Arma. Proprio grazie al loro sopraffino fiuto, i cani hanno agganciato una traccia del passaggio dell’uomo, che ha permesso ai militari impegnati nelle ricerche di restringere l’area della scomparsa.

Questa fondamentale indicazione, unita ai segnali che il telefono dell’uomo saltuariamente inviava, ha permesso di concentrare gli sforzi delle pattuglie dei carabinieri della compagnia di Signa in un parco pubblico di Prato. Lì i militari dell’Arma intorno alle 15 di oggi hanno trovato l’uomo che alla vista dei militari si è visibilmente commosso, abbracciandoli. A loro ha riferito di aver avuto un momento di sconforto e che non era sua intenzione far preoccupare i familiari. L’imprenditore è stato accompagnato alla caserma di Sesto Fiorentino, che aveva raccolto la denuncia di scomparsa ed ha coordinato le ricerche, e poi affidato ai familiari in buone condizioni di salute.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.