Sono stati soppressi i posti di dirigente e responsabile

Monte Paschi, Fondazione: i due licenziamenti condannati da sindacati Cgil e Cisl

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

palazzo_sansedoni

FIRENZE  – Il modo dei licenziamenti ci offende. È quanto dicono i lavoratori della Fondazione Mps in una nota diffusa dai sindacati, dopo l’assemblea dei dipendenti di Palazzo Sansedoni, a seguito della notizia del licenziamento di due lavoratori. Nei giorni scorsi si è appreso della riorganizzazione dell’organigramma interno al fine di tagliare i costi della struttura e sarebbero state soppresse due posizioni: un dirigente e un responsabile. E’ un fatto inaccettabile, prosegue il comunicato, “la Filcams Cgil e la Fisascat Cisl condannano le decisioni assunte dalla Fondazione Mps, ribadendo il netto rifiuto ad azioni unilaterali inaccettabili. Il problema della Fondazione Mps non è il personale, che anzi ne è la principale ricchezza, bensì la gestione delle sue risorse patrimoniali, ridotte drasticamente nel biennio 2011-2012 per le note vicende di Banca Mps, scrivono ancora i lavoratori della Fondazione. I dipendenti sottolineano infine che si tratta della prima volta in cui l’ente licenzia non un dirigente, ma un comune dipendente, certamente non responsabile dello sfacelo degli ultimi anni.

 

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.