Denunciato per simulazione di reato

Montecatini: inventa d’essere stato vittima di una rapina da 600 euro (aveva speso i soldi con una lucciola)

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

prostituzione-a-montecatiniMONTECATINI – Come giustificare con il datore di lavoro, ossia il titolare di una linea privata di bus, la spesa di 600 euro con un prostituta? Ecco l’idea di un’autista: far finta di essere rimasto vittima di una rapina. Protagonista un’autista 32enne di un bus di una linea privata, residente ad Agrigento, che aveva raccontato ai carabinieri di Montecatini (Pistoia) di essere stato affrontato da tre malviventi di origine nordafricana armati di coltello che, mentre stava preparando il mezzo per tornare in Sicilia. Questi gli avrebbero intimato di consegnargli il portafogli, contenente i 600 euro che il datore di lavoro gli aveva anticipato per le spese del viaggio.

Gli accertamenti dei carabinieri hanno riscontrato varie incongruenze nel racconto dell’autista, che alla fine ha dovuto ammettere di essersi inventato tutto per giustificare di aver speso denaro con una prostituta, con la quale si sarebbe intrattenuto la sera precedente. L’autista è stato denunciato per simulazione di reato.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.