Otto imputati sono stati assolti

Firenze, patenti facili: 11 condanne. Coinvolti autoscuole e dipendenti della Motorizzazione civile

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

664671_Aula-TribunaleFIRENZE – Si è concluso con  undici condanne il processo sulle patenti e le revisioni «facili» concluso nel pomeriggio davanti alla seconda sezione penale del tribunale, presidente Francesco Gratteri, e che ha coinvolto titolari di autoscuole e dipendenti della Motorizzazione Civile. La sentenza comprende condanne variabili da otto mesi a 3 anni, con sospensione della pena, per otto imputati, e 100 euro di multa per altri tre.

Altri otto imputati sono andati assolti, la maggior parte perché il fatto non sussiste rispetto agli episodi loro addebitati. Confermata dal tribunale per un condannato, titolare di un’autoscuola (3 anni), l’accusa più grave, corruzione. Altri reati contestati, a vario titolo, sono stati truffa aggravata ai danni dello Stato, falso ideologico, accesso abusivo ai sistemi informatici. Nel dettaglio, tra i condannati ci sono due medici e quattro fra ingegneri e tecnici della Motorizzazione Civile di Firenze. Secondo l’accusa, le indagini hanno fatto emergere che tra gli indagati circolavano regali (in particolare alimenti, cene di pesce, casse di frutta, prosciutti, carne) per agevolare il superamento di esami di guida automobilistica o nei test per la revisione dei veicoli. Tra gli imputati c’era anche un altro titolare di autoscuola, ma durante il processo è deceduto. Il pm Leopoldo De Gregorio aveva chiesto condanne da otto mesi a 4 anni e mezzo.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.