Sotto osservazione anche le forme di reclutamento

Firenze: criminologi a congresso dal 24 al 26 ottobre. Si parlerà di mafia e di delitti in famiglia

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

criminalità-italia-aumentoFIRENZE – Sarà il congresso numero 30 della terrà Società Italiana di Criminologia. E si terrà a Firenze dal 24 al 26 ottobre. Tema:  «I perché del crimine. Condizioni, cause e fattori». Il congresso annuale è punto di incontro dei più autorevoli criminologi italiani, di area psichiatrica, psicologica, giuridica e sociologica. Tra i temi indagati la subcultura mafiosa, le forme di reclutamento della criminalità
organizzata, il delitto d’impeto nell’ambito familiare, la radicalizzazione in carcere.

Ad aprire i lavori, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, dopo il saluto delle autorità, il professor Giulio Giorello, epistemologo e docente dell’Università  degli Studi di Milano, e il professor Marcelo Aebi, criminologo dell’Università di Losanna. Si segnalano tra
gli altri l”intervento del professor Ugo Fornari, ordinario di psicopatologia forense all’Università di Torino, sulla Gelosia criminogena, e della professoressa Isabella Merzagora, ordinario di Criminologia all’Università degli Studi di Milano e presidente della Sic, su Psicologia e psicopatologia del criminale dal colletto bianco.  Il Congresso si concluderà con una tavola rotonda dal titolo «Dal perché al che fare. Risposte scientifiche ed istituzionali al crimine», durante la quale si confronteranno criminologi e gli esponenti delle istituzioni locali.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.