Nella seduta del Consiglio comunale

Firenze: minuto di silenzio per Dario Fo negato da Forza Italia e Fratelli d’Italia. Per il suo passato in «Soccorso rosso»

di Redazione - - Cronaca, Politica

Stampa Stampa

dario-foFIRENZE – Negato il minuto di silenzio, in Consiglio comunale a Firenze, per la scomparsa di Dario Fo: ad opporsi alla richiesta del Movimento cinque stelle ma sostenuta anche da Sinistra e Pd, nella seduta di oggi, sono stati i consiglieri di Forza Italia e Fratelli d”Italia.  «Ci siamo espressi contro il minuto di silenzio in onore di Dario Fo perché, oltre a riconoscerne le doti di artista, conosciamo la
sua storia di uomo – hanno motivato il loro no all”omaggio Fi e Fdi  – e ricordiamo bene di quando fondò, insieme alla moglie
Franca Rame, Soccorso rosso, per raccogliere fondi per la difesa di Achille Lollo e gli altri di Potere Operaio che avevano ucciso, appiccando il fuoco all’appartamento dove abitavano a Roma, Stefano e Virgilio Mattei, 8 e 22 anni, condannati a morte unicamente perché figli del segretario della sezione del Msi di Primavalle. Lollo e gli altri furono poi riconosciuti colpevoli e condannati a 18 anni di carcere in secondo grado. Rispettiamo il cordoglio umano, ma non intendiamo tributare onori a chi, per tutta la sua lunga carriera, ha
rappresentato un personaggio di forte divisione nel nostro paese, mostrando sempre disprezzo ed odio nei confronti di chi considerava i propri avversari politici».

Dal diniego è scaturito un scambio di battute tra pentastellati ed esponenti di centrodestra: «Avete detto no ma non importa – hanno accusato le consigliere Arianna Xekalos e Silvia Noferi – nessuna lacrima dovrà essere versata per il suo ricordo, solo una grande risata,
come avrebbe voluto lui». Osservazione a cui Forza Italia e Fratelli d’Italia hanno ribattuto: «Ricordiamo ai 5 Stelle che quando proponemmo un tributo a Giorgio Albertazzi ci dissero che non si poteva scindere l’artista dai suoi trascorsi politici. Forse si erano dimenticate di aggiungere: a meno che, alla fine, non si sia schierato con noi».

Per prassi consolidata, in Consiglio comunale, a Firenze, il minuto di silenzio in omaggio a persone scomparse può effettuarsi solo in presenza dell”accordo tra tutte le forze politiche presenti alla seduta. In assenza di questo accordo, oggi Dario Fo è stato comunque ricordato con un intervento della presidente Caterina Biti.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.