Il riconoscimento a una grande squadra

Fiorentina: Piazzale di Firenze intitolato ai giocatori viola del ’56 (scudetto e finale di Coppa dei Campioni). Foto

di Redazione - - Sport

Stampa Stampa
I campioni di ieri e i giocatori di oggi sotto il Gonfalone di Firenze

I campioni di ieri e i giocatori di oggi sotto il Gonfalone di Firenze

Il sindaco Nardella e il patron Andrea Della Valle durante la cerimonia

Il sindaco Nardella e il patron Andrea Della Valle durante la cerimonia con i vecchi campioni

FIRENZE –  Da oggi, 15 ottobre,  Firenze ha un piazzale (fra lo stadio e il centro sportivo viola, praticamente sotto la torre di Maratona dello stadio Franchi) dedicato ai Campioni della Fiorentina del 1955-56: Sarti, Magnini Cervato; Chiappella, Rosetta, Segato; Julinho, Montuori, Virgili, Gratton, Prini. E ancora: Toros, Bartoli,  Carpanesi, Mazza, Orzan, Scaramucci,  Bizzarri. La cerimonia di intitolazione si è tenuta oggi alla presenza, tra gli altri, del sindaco Dario Nardella, dell’assessore allo Sport Andrea Vannucci e del patron Viola, Andrea Della Valle. Quella formidabile squadra, allenata da Fulvio Bernardini, dispoutò anche la finale di Coppa dei campioni del 1956-57, a Madrid, contro il Real di Di Stefano, davanti a centomila spettatori. Il Real vinse (2-0), ma sbloccò il risultato solo grazie a un rigore che non c’era. Ardico Magnini, ancora oggi, è infuriato per quella decisione dell’arbitro.

La Fiorentina campione d'Italia nella stagione 1955-56

La Fiorentina campione d’Italia nella stagione 1955-56. Da sinistra in piedi: Gratton, Rosetta, Segato, Prini, Cervato; in ginocchio: Magnini, Chiappella, Sarti, Montuori, Julinho, Virgili

«Sessanta anni fa la Fiorentina di Bernardini regalò a Firenze il primo scudetto e un sogno grandissimo diventò realtà – ha detto il
sindaco Nardella – Da oggi il piazzale alle spalle della Maratona è  intitolato ai Campioni del ’56 e un luogo della nostra città sarà per
sempre legato a questa grande storia sportiva come lo sono tutti i fiorentini. Ringrazio i ragazzi del ’56, la Fiorentina, le Glorie Viola e Giglio amico che hanno contribuito a rendere  indimenticabile anche questa giornata».

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.