Intanto Passera ha presentato un nuovo piano

Monte Paschi: nel piano di salvataggio previsti almeno 3.000 esuberi

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

tuscan-branch-banca-monte-dei-paschi-di-siena-spa

MILANO – Il piano industriale di Mps, cui sta lavorando l’amministratore delegato Marco Morelli, potrebbe prevedere circa 3.000 esuberi, dei quali 1.500 residui del vecchio piano. Lo si apprende da fonti vicino al dossier, in attesa del varo al Consiglio di amministrazione del 24 novembre delle nuove strategie della banca.

Una bad bank per smaltire 31 miliardi di crediti deteriorati. Corrado Passera ci riprova e propone un piano per il salvataggio di Mps. Lo aveva già fatto a luglio, ma in zona Cesarini, proprio mentre l’ex ad Fabrizio Viola stava varando il suo. In quell’occasione, il cda della banca senese rispedì subito al mittente la proposta dell’ex ministro. Stavolta l”approccio è diverso. L’istituto ha fatto sapere che il board ha analizzato accuratamente la lettera e poi ha conferito uno specifico mandato all’amministratore delegato Marco Morelli che ha avviato ulteriori approfondimenti. L’esito, con ogni probabilità, si saprà martedì, al termine della prossima riunione del cda. La creazione di una bad bank è il passaggio della proposta di Passera – non vincolante e relativa al potenziale rafforzamento patrimoniale della banca – dedicato agli Npl, che il Piano Viola calcolava in 27,7 miliardi.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.