Le previsioni del governo

Pensioni: con Ape social e precoci 60.000 lavoratori se ne andranno in anticipo

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica, Top News

Stampa Stampa

nanniciniROMA – Con la flessibilità, tra l’Ape social e i precoci, 60 mila lavoratori all’anno potranno andare in pensione prima. A sostenerlo il sottosegretario alla presidenza del consiglio, Tommaso Nannicini. Con le misure previste in legge di Bilancio circa 35mila persone all’anno rientreranno nell’Ape sociale e circa 25mila lavoratori precoci all’anno potranno uscire dopo i 41 anni. Sulla previdenza – ha rivendicato Nannicini – ci saranno 7 miliardi, quindi più dei 6 annunciati. E, ha aggiunto, anche la Cgil condivide sei misure: cumulo, precoci, usuranti, penalizzazioni, 14esima, no tax area, mentre esprime riserve su due, Ape e Ape sociale. Se decidesse di parlare solo di queste due, le motivazioni sarebbero politiche più che di contenuto. Abbiamo dato risposte promuovendo equità e flessibilità, senza mettere a repentaglio i conti pubblici.

Tag:, , , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.