Decine di studenti hanno assistito alle celebrazioni

Firenze 50° alluvione: vigili del fuoco in Piazza Signoria (foto e video). Un gruppo protesta e volta le spalle al tricolore

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

palvec

FIRENZE – Un viaggio temporale nel mondo del soccorso, con tanto di veicoli d’epoca ed esercitazioni acrobatiche alla fune giù dalla torre di Arnolfo in piazza Signoria a Firenze: ad organizzarlo, i Vigili del fuoco, come iniziativa celebrativa per il cinquantenario dell’alluvione di Firenze del 1966. Non sono manvcate però, come anticipato, le contestazioni.

PROTESTA – Alcuni vigili in segno di protesta hanno voltato simbolicamente le spalle al tricolore gigante appeso da Palazzo Vecchio in occasione della festa organizzata dai Vigili del fuoco in piazza Signoria a Firenze per le celebrazioni del cinquantenario dell”alluvione di Firenze. Protagonisti della contestazione, alcune decine di pompieri della provincia di Firenze in agitazione spontanea contro l’ organizzazione caotica, i turni massacranti, la carenza di organico, le strutture fatiscenti e la mancanza di ascolto della nostra dirigenza provinciale nei confronti di tutti i nostri problemi”, hanno spiegato alcuni dei pompieri autori del gesto.

 

mezzi

STUDENTI – Erano però presenti decine di studenti che hanno potuto ammirare i mezzi e le autobotti che, nel corso degli ultimi 80 anni, hanno sfidato innumerevoli incendi, oltre ad assistere a lezioni impartite dal vivo dagli stessi pompieri. Nel corso della giornata, alla quale hanno preso parte anche autorità civili e militari, è stato srotolato un gigantesco tricolore sulla facciata di Palazzo Vecchio, di fronte al quale si è svolta la protesta di alcuni vigili.

Mezzi d'epoca dei vigili del fuocoI Vigili del fuoco hanno anche postato su youtube un filmato inedito sulle alluvioni del 1966, in particolare quella di Firenze, tratto dagli archivi del Corpo Nazionale. (video)

AGGIORNAMENTO DEL 19.10.2016, ore 13,30:

In una nota l’Usb dei vigili del fuoco precisa che la protesta era rivolta contro il fasto e lo sperpero messo in atto con festeggiamenti finalizzati solo alle passerelle quando giornalmente non ci sono le risorse per poter lavorare. Mai ci sogneremmo di non portare rispetto alla bandiera. Precisazione quanto mai opportuna.

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.