La fase più delicata della missione

Exomars: l’ammartaggio del modulo schiaparelli su marte (link al centro Esa)

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

exomars

ROMA – Il lander Schiaparelli dovrebbe avere toccato il suolo di Marte, ma non è stato ancora ricevuto a Terra nessun segnale che possa testimoniarlo. Nessuna notizia dal radiotelescopio Gmrt (Giant Metrewave Radio Telescope) che si trova in India, a Pune, e che aveva intercettato il risveglio dall’ibernazione del lander protagonista della missione ExoMars, organizzata dalle agenzie spaziali di Europa (Esa) e Russia (Roscosmos). Nel frattempo anche l’orbiter della missione ExoMars, il Tgo (Trace Gas Orbiter) è nascosto da Marte e non è in grado di inviare i segnali che ha registrato durante la discesa. Entra quindi in gioco la sonda dell’Esa Mars Express, che dall’orbita marziana ha seguito tutte le fasi della discesa di Schiaparelli, fin dall”ingresso nell’orbita di Marte. La posizione della sonda relativamente alla Terra consentirà però di ricevere il segnale nell’arco di un’ora e mezza.

AGGIORNAMENTO DELLE 19.11:Il segnale del lander Schiaparelli è stato perduto un minuto prima che il veicolo della missione ExoMars toccasse il suolo marziano. Le speranze di ristabilire le comunicazioni non sono comunque perdute. Lo ha detto all”ANSA il direttore delle operazioni di volo dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa), Paolo Ferri.

AGGIORNAMENTO DELLE 22,40: Il lander Schiaparelli continua a essere silenzioso: la sonda Mro (Mars Reconnaissance Orbiter) della Nasa, che ha sorvolato l’area in cui dovrebbe trovarsi il veicolo ha cercato di comunicare con il lander, ma non ha registrato niente, ha detto Paolo Ferri, direttore delle operazioni di volo dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa). Non c’è quindi al momento alcuna conferma che il lander della missione ExoMars sia attivo sul suolo di Marte. Comunque almeno una buona notizia, l’Europa ha un’altra sonda, la seconda, nell’orbita di Marte, il Tgo (Trace Gas Orbiter), che sta funzionando perfettamente.

Il link alla trasmissione del centro Esa: link

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.