Presto l'accordo di programma

Volterra: sparirà il «tornante della morte» sulla strada regionale 68

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa
fortezza medicea Volterra

La Fortezza medicea di Volterra

VOLTERRA  – «Il tornante della morte, e quello successivo, presto spariranno dalla Sr 68». Ad annunciarlo Paolo Moschi, assessore ai lavori pubblici del Comune di Volterra (Pisa). «Nel mese di novembre – spiega Moschi – sarà pronto l’accordo di programma tra territorio e Regione Toscana ed entro il 2017 dovremmo andare all’appalto dei lavori per un importo di 1.800.000 euro».

Un’opera che assolve al duplice obiettivo di garantire la sicurezza in un punto tragico da un lato e di migliorare la scorrevolezza dove si
verificano consistenti rallentamenti. «Un ringraziamento – prosegue Moschi – alla Regione Toscana per l’impegno e alla Commissione Costa e il suo presidente Mazzeo poiché si è rivelata strumento utile e operativo. Vorrei evidenziare, infine, il ruolo propositivo che
Fondazione e Cassa di Risparmio di Volterra hanno avuto, per il  progetto prima e per le opere adesso. Fedele alla sua storia, basti
ricordare i progetti finanziati negli anni 80 e90, e poi la progettazione avanzata della tratta tra Saline e Cecina. Oggi con
questo cofinanziamento si torna a mettere l’accento sulla viabilità quale motore dell’economia di un territorio».

«Un chilometro – conclude Moschi – non è poi così poco, considerando che sono 26 quelli che ci separano da Colle, ma circa 15 quelli
bisognosi di interventi sulla sicurezza. Chilometri di cui si dovrà occupare Anas, visto anche che l’ordine del giorno è passato anche a
Cecina. E che quindi la Val di Cecina è compatta nel richiedere questo ammodernamento».

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.