Monte paschi, il titolo + 15% a 27 centesimi di euro

Banche: altri 500 milioni del governo pronti in tre anni per favorire l’esodo degli esuberi

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

bancari1

ROMA – Non siamo i soli a notare che questo governo fin dall’inizio è prodigo di interventi e di favori per le banche, la grande industria e gli immigrati, mentre tartassa lavoratori e pensionati, che vengono spinti sempre più verso la povertà. Un articolo pubblicato sul giornale online economico In Più afferma che sono pronti altri 500 milioni di euro per favorire la gestione degli esuberi di personale nelle banche, aggiungendo, nel titolo, un commento significativo, che facciamo nostro: «Non c’era un uso migliore di soldi pubblici?». Si perché apparentemente il governo ha stanziato 500 milioni di euro da devolvere in 3 anni per favorire il prepensionamento di circa 25mila bancari in esubero. Questi soldi si aggiungono ai fondi già stanziati dal sistema creditizio, e costituiscono un notevole aiuto alle banche per incentivare la dipartita dei dipendenti in eccesso. La montagna di quattrini pubblici già spesi per il salvataggio delle 4 banche, fra cui Banca Etruria, e gli interventi per il Monte dei Paschi di Siena, la grande banca del Pci-Pds-Pd, non sono evidentemente bastati, i famelici banchieri favoriti da questo governo chiedono ancora di più. A spese, ovviamente, dei contribuenti che tasse e contributi li pagano fino all’ultima lira.

MONTE PASCHI – Intanto in mattinata alla borsa di Milano il titolo Mps, dopo essere stato sospeso al rialzo, è rientrato nelle contrattazioni a Piazza Affari e sta guadagnando il 15% a 27 centesimi.

 

 

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.