Ostacolo molto impegnativo

Cagliari-Fiorentina (domenica ore 15): i viola vogliono la svolta in campionato dopo la vittoria in Euroleague. Formazioni

di Ernesto Giusti - - Sport, Top News

Stampa Stampa
Nikola Kalinic

Nikola Kalinic

FIRENZE – Allarga le braccia, Paulo Sousa, durante la conferenza stampa:  «Con il Cagliari è una partita importante anche per il mio futuro? Io vivo tutti i giorni come un  esame. Noi viviamo di risultati e il miglior modo per gestire le emozioni è essere concentrati su quello che possiamo controllare, come l’allenamento e il lavoro con la squadra, cercando di dare ai giocatori la massima fiducia nelle loro capacità. Non dobbiamo essere preoccupati o ansiosi per quello che è successo, ma pensare a quello che siamo capaci di fare».

Il tentativo dell’allenatore? Allentare la pressione. I viola sono reduci dalla vittoria sul campo dello Slovan Liberec, ma in campionato non vincono da oltre un mese. «E’ un  momento che sappiamo non essere uguale a quello vissuto all’inizio dell’anno scorso e bisogna fare molto di più – riconosce il tecnico portoghese – dobbiamo giocare bene e lo stiamo facendo solo a tratti, dobbiamo farlo con più continuità e contro qualsiasi avversario. Deve esserci la fame di vincere in qualsiasi azione, orario o temperatura. Questa squadra può crescere tanto e ci stiamo lavorando, questo ci porterà sicuramente a raggiungere insieme i momenti vissuti l’anno scorso».

Quanto alle poche anche note negative della partita in Europa League, Sousa aggiunge: «Nella ripresa l’intensità è calata e questa è una cosa che non dobbiamo fare. Questa squadra deve crescere ancora tanto nell’affrontare tutte le situazioni di una partita. La trasferta di
Cagliari nasconde tante insidie. Il cambio di temperatura può costarci, così come il fatto che i nostri avversari abbiano avuto una
settimana per preparare la partita. Questi però non devono essere alibi. Vincere aiuta a vincere, ma questa squadra può fare molto di
più a livello di gioco e di risultati».

Riguardo alla formazione, l’ipotesi è di rivedere le due punte, Kalinic e Babacar. Ma ci potrebbe essere una soluzione nuova, di compromesso, per non perdere quegli equilibri ai quali Sousa tiene tanto: schierare Zarate dietro a Kalinic. Eppoi un trequartista che potrebbe essere Bernardeschi, considerato che Borja Valero ha giocato tutta la partita a Liberec e potrebbe essere stanco.

Probabili formazioni

Cagliari (4-3-1-2): 30 Storari, 19 Pisacane, 2 Bruno Alves, 23 Ceppitelli, 29 Murru, 3 Isla, 77 Tachtsidis, 20 Padoin, 8 Di Gennaro, 25 Sau, 9 Melchiorri. (1 Rafael, 13 Colombo, 35 Salamon, 24 Capuano, 26 Bittante, 16 Munari, 18 Barella, 32 Giannetti, 22 Borriello). All.: Rastelli.

Squalificati: nessuno.

Diffidati: Munari.

Indisponibili: Farias, Ionita, Joao Pedro.

Fiorentina (3-4-1-2): 12 Tatarusanu, 40 Tomovic, 2 Gonzalo Rodriguez, 13 Astori, 16 Tello (10 Bernardeschi) , 6 Sanchez, 8 Vecino, 31
Milic, 10 Bernardeschi  (20 Borja Valero), 30 Babacar, 9 Kalinic. (1 Lezzerini, 97 Dragowski, 17 Diks, 4 De Maio, 18 Salcedo, 15 Maxi Olivera, 19 Cristoforo, 5 Badelj, 16 Tello, 25 Chiesa, 7 Zarate). All.: Sousa.

Squalificati: nessuno.

Diffidati: nessuno.

Indisponibili: Toledo.

Arbitro: Russo di Nola

 

 

 

Tag:, ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.