La dura reazione del mondo accademico al silenzio del cantante

Premio Nobel: Bob Dylan «è un maleducato e un arrogante». Lo dice Per Wastberg, membro dell’Accademia

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Cultura, Economia

Stampa Stampa

dylan

ROMA – Un importante membro dell’accademia che offre il premio Nobel per la letteratura ha accusato Bob Dylan, la star Usa insignita quest’anno della prestigiosa onorificenza, di essere un maleducato e arrogante, dopo che questi ha rifiutato le chiamate provenienti da Stoccolma. «E’ un maleducato e un arrogante», ha detto Per Wastberg, membro dell’accademia parlando alla televisione pubblica svedese SVT.Dylan non ha fatto finora cenno al Nobel che gli è stato conferito. La sera del 13 ottobre, lo stesso giorno in cui il Nobel fu annunciato, ha tenuto un concerto a Las Vegas nel quale non ha parlato, salvo concludere l’esibizione con una sua versione di un pezzo di Frank Sinatra, Why Try To Change Me Now?, considerato da alcuni degli osservatori come una possibile risposta indiretta. Il premio verrà consegnato a Stoccolma il 10 dicembre per mano del re Carlo Gustavo XVI e gli insigniti tengono un discorso.

L’Accademia svedese ancora non sa se Dylan si presenterà. E’ una situazione senza precedenti, ha detto Wastberg Anders Barany, membro dell’Accademia svedese delle Scienze, e ha ricordato che il padre della teoria della relatività, Albert Einstein, snobbò il Nobel per la fisica che gli assegnato nel 1921. Lo scrittore francese Jean-Paul Sartre, dal canto suo, nel 1964, ha rifiutato il premio. Magari gli accademici dovrebbero riflettere prima di attribuire premi a personaggi che con la letteratura c’entrano poco o nulla, come è accaduto anche in passato quando sono stati attribuiti premi ad altri personaggi simili, che però, a differenza di Dylan, si sono precipitati a ritirare il riconoscimento.

Tag:, , ,

Camillo Cipriani

Camillo Cipriani

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.