Con la Compagnia delle seggiole

Alluvione del ’66: il 4 e 5 novembre in scena al Teatro Niccolini le memorie di Piero Bargellini e Enrico Mattei. Ingresso gratuito: ecco come prenotarsi

di Redazione - - Colonna centrale, Cronaca, Cultura, Spettacolo

Stampa Stampa
Via Panzani inondata dall'Arno, il 4 novembre '66: Giannini mise il microfono fuori di finestra per far capire il disastro ai vertici Rai

Via Panzani inondata dall’Arno, il 4 novembre ’66

FIRENZE – L’alluvione che colpì Firenze il 4 novembre 1966 diventa un lavoro teatrale. In scena al teatro Niccolini, il 4 e 5 novembre, «Sotto una gran piova d’acqua», ossia i ricordi di Piero Bargellini (l’allora sindaco di Firenze), Enrico Mattei (che fu direttore del quotidiano La Nazione) e di un ragazzo all’epoca sedicenne. Spettacolo scritto in occasione dei 50 anni dell’alluvione che colpì Firenze dai giornalisti Sandro Bennucci (direttore di Firenze Post), Marcello Mancini e Massimo Sandrelli e portato in scena dalla Compagnia delle Seggiole per la regia di Fabio Baronti. Ingresso gratuito, prenotando sul sito teatrodellatoscana.it.

Lo spettacolo è stato prodotto dall”Accademia degli Infuocati in collaborazione con Fondazione Teatro della Toscana. Sul palco, quindi, si alterneranno i racconti dei protagonisti e le proiezioni di alcuni video rari e inediti dell’alluvione. «Tra i video e gli audio che saranno proiettati – ha spiegato Mancini – quelli del giornalista Rai Marcello Giannini, che calò il microfono vicino all”acqua per trasmettere il disastro che stava vivendo la città. E poi anche le testimonianze video di Indro Montanelli e Piero Bargellini».

Tra il pubblico – ha detto Sandrelli nel presentare lo spettacolo – ha confermato la sua presenza il cantante Antonello Venditti che fu volontario a Firenze post alluvione. Lo spettacolo ha ottenuto il patrocinio di Presidenza del Consiglio dei Ministri, Regione Toscana, Comune di Firenze. Tra i finanziatori anche l’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Opera di Santa Maria del Fiore, Opera di Santa Croce e UniCoop Firenze. Ripetiamo: ingresso gratuito attraverso prenotazione sul sito Teatrodellatoscana.it.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.