Doppio spettacolo, alle 16.30 e alle 21,15

Firenze: si concludono domenica 30 «I concerti al Cenacolo 2016» de L’Homme Armé

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa
L'Ensemble La Lauzeta

L’Ensemble La Lauzeta

FIRENZE – Si chiude domenica 30 ottobre con «Sant’Agnese. Un mistero medievale» la più longeva rassegna di musica antica in Toscana, ovvero «I Concerti al Cenacolo» dell’Associazione L’Homme Armé, giunti alla ventesima edizione.

Sul palco allestito nel Cenacolo di Andrea del Sarto all’interno del Museo di San Salvi salirà, per due repliche nello stesso giorno (alle 16.30 e alle 21.15), l’Ensemble La Lauzeta, che ha ideato una sacra rappresentazione composita, libera riscrittura che prende spunto dalle varie tradizioni che ci sono state tramandate a partire da inni di Sant’Ambrogio (337-397) e di papa Damaso (366-384) e confluite nella fantasmagorica «Legenda Aurea», collezione delle vite dei santi compilata nella seconda metà del XIII secolo dal domenicano Jacopo da Varazze. Nel patchwork testuale hanno incastonato una serie di brani musicali desunti dal repertorio italiano e francese trecentesco e quattrocentesco. Si ricostruisce così uno spettacolo nello spirito di quelli che si inscenavano, qualche secolo fa, sulle piazze e sui sagrati per celebrare le gesta dei santi, veri supereroi dalle gesta leggendarie e  sovrannaturali, sulla lunghezza d’onda del culto popolare che si affezionava volentieri a queste figure tra l’umano e il divino: un tramite concreto per avvicinarsi alle cose celesti.

L’ensemble La Lauzeta utilizza strumenti musicali ricostruiti con rigore filologico da uno dei componenti, Francesco Gibellini, attento studioso delle fonti iconografiche. L’ Ensemble, cpomposto da polistrumentisti, dispone anche di una grande quantità di strumenti, il che garantisce molta varietà timbrica ed espressiva. Vedendo su Youtube il video che documentava un serata all’interno della Stagione Concertistica del Duomo di Modena, il noto critico d’arte del Sunday Times Waldemar Januszczak ha voluto La Lauzeta per il documentario che sta producendo con la sua ZCZ Films per la BBC sul Rinascimento italiano, per mettere in parallelo i dipinti e le ricostruzioni degli strumenti (“Renaissance Unchained”, in onda su BBC dalla primavera 2016). A poco più di un anno dalla nascita, La Lauzeta può già vantare molte esibizioni, naturalmente più all’estero che in Italia.

Brani musicali in programma: Anonimo,Chominciamento di gioia (istampitta) – Francesco Landini (ca 1335-1397), Kyrie (contrafactum di “Questa fanciulla”) – Anonimo XIV sec., Benedicamus (Perugia, Biblioteca capitolare) – Anonimo, Ave maris stella (Faenza codex) – Matteo da Perugia (metà XIV- 1416), Ave, sancta mundi salus /Agnus Dei (mottetto) – Anonimo, Isabella (istampitta) – Anonimo, A discort sont désir et espérance (ballata) – Anonimo XV sec., Indescort (Faenza codex) – Anonimo XV sec., Elas, mon cuer (Faenza codex) – Anonimo, In pro (istampitta) – Anonimo, Parlamento (istampitta) – Guillaume Dufay (1397-1474), Ave, regina caelorum (antifona VI) – Anonimo, Manfredina e la Rotta della Manfredina – Anonimo, Sant’Agnese da Dio amata (lauda).

Cenacolo di Andrea del Sarto nel Museo di San Salvi (via San Salvi 16, Firenze)

Domenica 30 ottobre, ore 16.30 e ore 21.15, ingresso euro 10, ridotto 5 (fino a 26 e oltre i 65 anni, studenti e docenti delle scuole di musica e dei conservatori); informazioni e prenotazioni 055695000/3396757446, informazioni@hommearme.it

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.