Non si era fermata all'alt

Firenze: auto inseguita dai carabinieri si ribalta. Arrestati due fratelli

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
L'auto ribaltata dopo che i due occupanti avevano cercato di sfuggire ai carabinieri

L’auto ribaltata dopo che i due occupanti avevano cercato di sfuggire ai carabinieri

FIRENZE – Hanno provato a sfuggire ai carabinieri tentando si speronarli e fuggendo con un’auto rubata. La corsa di due fratelli romeni di 22 e 19 anni è finita con l’auto fuggiasca ribaltata e con l’arresto. E’ accaduto sabato sera alla periferia nord di Firenze, quando una pattuglia di carabinieri ha visto una Honda Civic uscire dall’autostrada a fari spenti. L’auto non si è fermata all’alt ed è così cominciato l’inseguimento lungo le strade ed i viali attorno all’uscita autostradale di Peretola.

Nel tentativo di seminare i carabinieri, i due fuggitivi hanno tentato una sterzata improvvisa sul viale XI agosto e l’auto si è ribaltata.
I due, illesi, sono stati arrestati ed è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco per mettere in sicurezza la vettura dalla quale proveniva un forte odore di gas.  Durante la fuga, il conducente ha tentato di sterzare verso la gazzella per danneggiarla, non riuscendoci, e per due volte ha cercato di farsi tamponare frenando bruscamente. L’auto si è poi ribaltata su un fianco a causa della forte velocità e della curva. I militari, dopo essersi assicurati delle condizioni di salute degli occupanti dell’auto, li hanno soccorsi facendoli uscire dal finestrino. L’auto era stata rubata l’8 ottobre a Prato. Uno dei due fratelli da pochi giorni aveva terminato un periodo di affidamento ai servizi sociali.

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.