Si dovrebbe procedere all'espulsione

Cagliari: i migranti, alloggiati in comodi alberghi, protestano per il pocket money, mentre i terremotati stanno nelle tende

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

immigrati-canneto-2-604x339

CAGLIARI – Nuova protesta dei migranti a Narcao, nel Sulcis. Un gruppo di profughi, ancora non si conosce il numero preciso, ospiti della struttura di accoglienza di Rosas sono scesi in strada e hanno bloccato la viabilità, sulla provinciale, non troppo distante dal luogo in cui stanno soggiornando, in località Terrubia alla periferia del paese. All’origine della protesta ci potrebbe ancora essere il rilascio del pocket money. Il 20 ottobre scorso, infatti, i profughi avevano manifestato per la stessa ragione, bloccando per qualche minuto la strada. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Carbonia.

E’ una vergogna, mentre i nostri concittadini di Marche, Umbria e Lazio sono in condizioni precarie nelle tende o in alloggi di fortuna, e hanno perso tutto, questi migranti, che per lo più non hanno diritto all’accoglienza, non solo vengono ospitati in albergo e nutriti di tutto punto, ma si lamentano anche se non hanno la moneta regalata dal governo. Alfano dovrebbe decidersi una volta per tutte e provvedere all’espulsione immediata, visto che il suo collega tedesco lo accusa, giustamente, di far restare in Italia gente che non ha alcun diritto all’accoglienza come profugo o rifugiato.

Tag:, , , ,

Camillo Cipriani

Camillo Cipriani

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.