La data di entrata in vigore dell'agevolazione è sospetta

Economia: parte il bonus (500 euro) ai 18enni. Chi ne ha diritto e cosa possono comprare

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Top News

Stampa Stampa

bonus-500-euro-312x166 ROMA – Con puntualità eccezionale, un mese prima del referendum costituzionale, parte l’ennesimo bonus elettorale deciso dal governo Renzi. Questa volta per una somma più alta, ma per una fascia meno estesa di beneficiari rispetto agli 80 euro, e rivolto ai 18enni, proprio i giovani più propensi al No, secondo i sondaggi. Che potranno incassare il bonus da 500 euro da spendere in beni e servizi legati alla cultura. Il sito dedicato all’iniziativa (www.18app.it oppure www.diciottapp.it) funzionerà dalle 9 di domani 3 novembre. I neo diciottenni avranno tempo fino al 31 dicembre 2017 per spendere la somma di 500 euro a loro disposizione, e il  termine per iscriversi scadrà il 31 gennaio 2017. L’iniziativa sarà accompagnata da una campagna di comunicazione anche sui social.

DOVE – Sono più di un migliaio gli esercenti che si sono registrati e che offriranno beni e servizi legati al bonus 18enni. Nell’elenco ci sono tutti i big della dalle grandi catene della cultura. A questa già nutrita schiera  si potranno aggiungere via via altri nomi ancora. Gli esercenti avranno tempo fino a giugno 2017 per iscriversi all’iniziativa e caricare le proprie proposte online. Il sito 18app.it  li raccoglierà tutti  e farà conoscere ai giovani le tante proposte dei negozi di tutta Italia.

BONUS – La app cultura del valore di 500 euro è destinata a tutti i ragazzi che hanno compiuto 18 anni o li compiranno durante il 2016. Nella platea di giovani, cui è diretta l’iniziativa, sono stati inclusi anche i 18enni extracomunitari (i cittadini extracomunitari residenti con permesso di soggiorno). Per ottenere la somma occorre assicurarsi lo Spid, la carta d’identità virtuale che permette il riconoscimento di ogni giovane. I canali che permettono di ottenere questa identità digitale sono, al momento, Poste, Tim, Infocert e Sielte. Tramite questi provider saranno assegnate le credenziali per essere riconosciuti e poi utilizzare il bonus.

COSA – Tra le proposte a disposizione c’è l’acquisto di libri, la possibilità di ottenere ingressi a spettacoli e a mostre o parchi ma anche a concerti e cinema. Nell’elenco non sono, invece, inclusi computer, tablet, musica online o film in streaming. Per spendere il bonus c’è tempo fino alla fine del 2017.

Tag:, , , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Commenti (1)

  • Pierluigi

    |

    Peccato che ne siano esclusi i profilattici………..

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.