Nuova piena nella notte

Firenze, maltempo, Arno ingrossato (1500 metri cubi d’acqua al secondo): i vigili del fuoco recuperano un’auto ai Canottieri e mezzi del cantiere Torrigiani

di Redazione - - Cronaca, Top News

Stampa Stampa

Auto in Arno a Firenze

FIRENZE  – Mancava lui, l’Arno, alle celebrazioni per il cinquantesimo anniversario dell’alluvione. E puntualmente si è fatto vivo, anche se un paio di giorni dopo il 4 novembre. Il fiume è arrivato a 4 metri all’idrometro degli Uffizi con una portata di 1500 metri cubi d’acqua al secondo. Nel 1966 la portata fu di 4100 metri cubi al secondo e fu l’alluvione. Oggi, 6 novembre 2016, ci sono state esondazioni in provincia d’Arezzo, soprattutto a Ponte Buriano, il ponte che secondo gli esperti d’arte figura sullo sfondo della Gioconda, ma  l’Autorità di bacino sostiene che ci sarebbe più che altro un problema fognario. Comunque, in seguito alle abbondanti piogge, anche a Firenze ci sono stati problemi: dovuti a atteggiamenti incauti. Come aver l’auto posteggiata sulla rampa d’accesso alla società Canottieri Firenze e finita sott’acqua.  E’ stata recuperata dalla gru dei vigili del fuoco, con l’intervento anche dei sommozzatori. Vigili del fuoco all’opera anche per recuperare i mezzi del cantiere del lungarno, usati per i lavori accelerati, in modo da presentare il tratto di lungarno pronto per la visita del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dopo la rottura del tubo dei mesi scorsi.

Morale? Chi ha parcheggiato la macchina e chi ha lasciato i mezzi di cantiere in posizione a rischio  non ha fatto i conti con l’imprevedibilità dell’Arno.  Che è un torrente con sfrenate ambizioni di fiume. Quando piove sul Pratomagno e in Casentino l’Arno si gonfia: anche dalla sera alla mattina. E lo si è visto. Ecco perché sembrano assolutamente impregnate di renziano ottimismo le frasi di chi assicura che i rischi del 1966 sono scongiurati o quasi. Purtroppo non è vero. E il fatto che la portata d’acqua, normalmente intorno ai 20-30 metri cubi al secondo, si sia impennata fino a 1500 metri cubi al secondo, rappresenta un nuovo pressante campanello d’allarme.

PONTE VESPUCCI – E’ stato chiuso temporaneamente al transito il ponte Vespucci. Il provvedimento precauzionale è stato disposto per consentire il passaggio dell’onda di piena dell’Arno. Lo rende noto il Comune di Firenze.

FUCECCHIO – Un muro su cui era poggiato il giardino di un’abitazione è crollato nel primo pomeriggio di oggi a Fucecchio, nell’Empolese, in località Massarella, sgretolandosi sul manto stradale. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco per la rimozione dei detriti e i controlli di stabilità, al momento in corso. Secondo le prime ipotesi il terreno avrebbe ceduto in seguito alle piogge delle ultime ore collassando e facendo franare il muretto di appoggio. Tra il giardino e la sede stradale c”è un dislivello di alcuni metri di
altezza. Via Ramoni, la strada interessata dal crollo, è rimasta chiusa al traffico per permettere la pulizia dell’asfalto.

AGGIORNAMENTO DELLE 21,45

«Fra le 3 e le 4 di questa notte è prevista una nuova piena dell’Arno a Firenze su livelli di quella delle 16 di oggi». Lo comunica il Comune di Firenze su twitter. Oggi pomeriggio, 6 novembre, il livello dell’Arno agli Uffizi ha raggiunto circa 4 metri di altezza, ossia sopra la prima soglia di attenzione.

 

2016-11-06-photo-00002275

Vigili del fuoco al lavoro anche sul lungarno Serristori per il recupero dei mezzi utilizzati per il lavoro che ha consentito il 4 novembre scorso la riapertura del lungarno con la visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

2016-11-06-photo-00002273

Sul posto anche il comandante dei vigili del fuoco, Roberto Lupica e il sindaco di Firenze Dario Nardella.

Tag:, , , , ,

Commenti (1)

  • Giorgio

    |

    “Intanto Erminia in tra le ombrose piante non potendo ca..r prese un purgante” (Gerusalata liberemme – Torquasso Tato).
    Le fronde in Arno servivano da WC per il cantiere, o sono state lasciate per favorire il deflusso della corrente ?

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.