Le critiche severe del governatore toscano a Matteo Renzi

Firenze, Leopolda: Enrico Rossi non ha partecipato ma invoca unità nel Pd, non divisione

di Redazione - - Cronaca, Politica

Stampa Stampa
Leopolda 5, folla fuori dall'ingresso

Leopolda folla fuori dall’ingresso

FIRENZE – Non ha destato meraviglia la mancata partecipazione del governatore toscano, Enrico Rossi, alla settima kermesse renziana della Leopolda. Spiega il governatore, candidato alla segreteria del Pd: «Senza alcun settarismo, pur non condividendo la Leopolda, sarei potuto andare ad ascoltare Renzi, segretario e premier del mio partito. Purtroppo ho avuto altri impegni». La stilettata velenosa nella dichiarazione postata su Facebook: «Alla Leopolda di ieri hanno urlato ‘Fuori! Fuori!’ D’ora in poi, alle manifestazioni politiche del Pd a cui parteciperò chiederò di gridare insieme ‘Unità! Unità!’, sono sicuro che, pur tra le differenze, è questo il sentimento della grande maggioranza degli elettori e militanti del Pd».

Infine il colpo finale a Matteo Renzi il nostro governatore lo assesta in un’intervista a Rainews 24: «Non ritorniamo alle espulsioni, appartengono alla storia della sinistra, ma del secolo scorso. Visto che il nostro Matteo Renzi si ispira ai grandi statisti della Dc, si ispiri anche a De Gasperi, che coltivava l’unità del partito».

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.