Se ne va un protagonista della musica anni '60

Los Angeles: morto a 82 anni Leonard Cohen, maestro di musica e poesia. Il cordoglio di Renzi

di Redazione - - Cronaca, Cultura, Spettacolo

Stampa Stampa
Leonard Cohen

Leonard Cohen

LOS ANGELES – «Quando, dopo anni tornò a Firenze, in piazza Santa Croce, ci regalò una serata di pura magia. Addio alla poesia di Leonard #Cohen“. Lo scrive su Twitter il premier Matteo Renzi. Leonard Cohen è morto all’età di 82 anni. Lo ha annunciato, senza rendere note le cause della morte, la sua casa discografica Sony Music Canada sulla pagina Facebook di Cohen, scrivendo: «Con profondo dolore comunichiamo che il leggendario poeta, cantautore ed artista Leonard Cohen è morto. Abbiamo perso uno dei piu’ prolifici visionari – prosegue la nota della casa discografica.  – Una commemorazione si terrà a Los Angeles, fra qualche giorno. La famiglia richiede privacy nel suo periodo di dolore».

Protagonista degli anni Sessanta e Settanta, al pari di Bob Dylan, Joni Mitchell e Joan Baez, Leonard Norman Cohen era nato il 21 settembre 1934 a Westmount, nel Quebec. Aveva imparato a suonare la chitarra da ragazzo e aveva formato un gruppo folk, i Buckskin Boys. Ispirato da Federico Garcia Lorca, si era interessato di poesia. Trasferitosi nell’isola greca di Hydra, pubblicò le sue prime raccolte di poesie Flowers for Hitler nel 1964 e i racconti The Favourite Game nel 1963 e Beautiful Losers nel 1966.

Lavorò in una fabbrica di vestiti a Montreal e nel 1966 arrivo a New York che gli cambiò la vita. Conobbe la cantante folk Judy Collins, che inseri’ due canzoni di Cohen, una delle quali la celeberrima Suzanne,  nel suo album ”In my life”. Frequentò personaggi del calibro di
Andy Warhol, i Velvet Underground. Il suo ultimo album ”You Want It Darker”, e’ stato pubblicato quest’anno

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.