Dopo il provvedimento del gip Matteo Zanobini

Rifiuti, Ato Toscana sud, gara truccata: si dimette l’Ad di Siena Ambiente (indagato e colpito da interdizione)

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

Rifiuti in Toscana, obiettivo raccolta differenziataSIENA – Dopo la vicenda che ha colpito l’Ato Toscana sud per la gara d’appalto truccata,  si è dimesso Marco Buzzichelli, 54 anni, amministratore delegato di Siena Ambiente, tra gli indagati per turbativa d’asta e corruzione nella maxi-gara da 3,5 miliardi di euro truccata con cui nel 2013 è stato assegnato il ciclo dei rifiuti nelle province di Arezzo, Siena e Grosseto.

Buzzichelli è uno dei destinatari di una misura cautelare di interdizione da attività di impresa e divieto di compiti dirigenziali stabilita dal gip di Firenze Matteo Zanobini. Le dimissioni, presentate ieri sera in una riunione straordinaria del cda, vengono rese note oggi dalla stessa Siena Ambiente, la società di gestione dei rifiuti capofila del consorzio Sei Toscana che si aggiudicò il mega-appalto.

«E’ un atto dovuto scaturito in seguito alle misure nell”ambito dell’inchiesta sulla gara che ha portato all’affidamento della gestione dei rifiuti urbani nell’Ato Toscana Sud»: così la stessa Siena Ambiente commenta nella nota, le dimissioni del suo Ad, Marco Buzzichelli.
Sienambiente, prosegue il testo, «con senso di responsabilità, ha già adottato tutti i provvedimenti e le azioni necessarie per proseguire, dal punto di vista formale, il proprio lavoro e rendere possibile anche in questo frangente l’operatività aziendale», si legge ancora laddove si spiega anche come «il Consiglio di amministrazione ha assunto pieni poteri e, ad oggi, è a tutti gli effetti in grado di deliberare in attesa
della nomina del nuovo amministratore delegato».

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.