Nuove proteste popolari contro il premier

Napoli: Renzi contestato, scontri con la polizia dei disoccupati e centri sociali

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica, Top News

Stampa Stampa

renzi_scontri_a_napoli

NAPOLI – Alcuni cassonetti dei rifiuti sono stati rovesciati al passaggio dei manifestanti in piazza a Napoli dove il premier Matteo Renzi conclude l’Assemblea sul Mezzogiorno. Tra i partecipanti al corteo aderenti a diversi centri sociali cittadini e a collettivi studenteschi. Le sigle che stanno protestando sono IsKra, Je So pazzo -ex Opg occupato  e il movimento Disoccupati 7 novembre.

La Polizia ha risposto con un idrante – secondo quanto rende noto la Questura di Napoli – al lancio di uova, sanpietrini e arance da parte di un gruppo di manifestanti, in particolare esponenti dei centri sociali, nella zona di viale Kennedy, vicino alla Mostra d’Oltremare dove parlerà il premier. Un altro gruppo di manifestanti si trova in via Terracina e un altro ancora nella zona del Palabarbuto. Tra alcuni di quelli scesi in piazza e la Polizia c’è stato anche qualche altro momento di tensione con spintoni. Un gruppo di manifestanti, nel frattempo, era in precedenza riuscito ad arrivare davanti alla Mostra d’Oltremare. Tra le mani stringono striscioni contro il referendum costituzionale «C’è chi dice No», uno contro Vincenzo De Luca, governatore della Campania, e il primo ministro con la scritta: «Renzi e De Luca, iatevenne». (traduzione, andatevene).

Ovunque Renzi fa tappa viene accolto da contestazioni e manifestazioni di piazza e di popolo, che costringono a un duro lavoro le Forze dell’ordine. Non si può dire proprio che la politica del governo raccolga ampi consensi, a parte quelle categorie ampiamente beneficiate dal premier (finanzieri e banchieri, politici di una certa sinistra, industriali). Attendiamo l’esito del referendum per vedere se le contestazioni si tramuteranno in No o se la propaganda del premier e del governo (vedi lettera firmata da Renzi agli elettori all’estero) faranno confluire i consensi piuttosto verso la maggioranza.

Tag:, , , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.