Da venerdì 18 a domenica 27 novembre

Firenze: «L’anatra all’arancia» nella versione di Luca Barbareschi alla Pergola in prima nazionale

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa
anatra-allarancia-luca-barbareschi-chiara-noschese_-ph-bepi-caroli

«L’anatra all’arancia» con Luca Barbareschi e Chiara Noschese (foto Bepi Caroli)

FIRENZE – Al Teatro della Pergola, in prima nazionale, arriva lo spettacolo cult del teatro comico-leggero «L’anatra all’arancia» nella versione diretta e interpretata da Luca Barbareschi (che firma anche traduzione e adattamento), con Chiara Noschese, Gianluca Gobbi, Margherita Laterza, e con la partecipazione di Ernesto Mahieux. Lo spettacolo sostituisce il «Don Chisciotte» preannunciato ll’inizio della stagione.

«L’anatra all’arancia» è un testo dello scozzese Williams Douglas Home adattato dal celebre autore teatrale francese Marc Gilbert Sauvajon. Del 1973 è un’edizione rimasta storica, diretta e interpretata da Alberto Lionello, al cui fianco recitava Valeria Valeri. Celebre è anche la versione cinematografica del 1975, che contava su Ugo Tognazzi e Monica Vitti nei panni della coppia protagonista, con la regia di Luciano Salce.

Coppia e matrimonio, le mille sfaccettature dell’amore. Quattro personaggi perfettamente scolpiti tra comicità e satira psicologica, più un cameriere cechoviano testimone di un ipotetico e farsesco adulterio, animano una vicenda il cui esito è incerto fino alla fine. Tutto nel breve spazio di un week-end, condito da una serie ininterrotta di situazioni esilaranti e dalla gustosa ricetta proprio dell’anatra all’arancia del titolo.

«Ciò che muove il meccanismo di questa storia», spiega Luca Barbareschi, «è l’incomprensione, l’egoismo, non la gelosia. Parliamo di una macchina perfetta, di dialoghi d’autore, in cui si scandaglia l’animo umano e le complesse dinamiche di coppia. L’happy ending arriva benefico dopo due ore di spettacolo durante le quali la psicologia maschile e quella femminile permettono al pubblico di identificarsi con i protagonisti. La comicità è una medicina meravigliosa. Questa commedia ha una profondità e un’intelligenza straordinarie; ha la stessa potenza di Chi ha paura di Virginia Woolf? ma, a differenza del testo di Albee, ha una struttura narrativa molto divertente, che aiuta a veicolare concetti profondi con la risata. Ho riadattato la scrittura usando due grandi scienze, la psicologia e l’antropologia, studiando atteggiamenti, movimenti e nevrosi che caratterizzano le nostre abitudini».

Teatro della Pergola (via della Pergola 18/30)

Da venerdì 18 a domenica 27 novembre (ore 20:45; domenica 20 ore 15:45; riposo lunedì 21; mercoledì 23 replica sospesa per motivi tecnici)

Teatro Eliseo – Fondazione Teatro della Toscana PRIMA NAZIONALE

Luca Barbareschi Chiara Noschese Gianluca Gobbi in L’ANATRA ALL’ARANCIA, di William Douglas-Home e Marc-Gilbert Sauvajon, con Margherita Laterza e con la partecipazione di Ernesto Mahieux, scene Paolo Polli, costumi Silvia Bisconti, luci Iuraj Saleri, drammaturgia Nicoletta Robello Bracciforti, traduzione, adattamento e regia Luca Barbareschi

Biglietti da 13 a 34 euro. Biglietteria Teatro della Pergola, Via della Pergola 30, Firenze, 055.0763333 – biglietteria@teatrodellapergola.com Dal lunedì al sabato: 9.30 / 18.30. Circuito regionale BoxOffice, anche online

 

 

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.