Va inviata entro il 10 dicembre 2016

Pensioni, perequazione: la diffida da inviare con urgenza alla presidenza del Consiglio, il modulo

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Lente d'Ingrandimento, Politica

Stampa Stampa
renzi boeri

Renzi Boeri

Da tempo il nostro giornale ha preso a cuore la difesa dei pensionati tartassati dai governi Monti, Letta e Renzi, che si sono accaniti in modo particolare contro la categoria. Gli articoli su questo tema sono i più seguiti, abbiamo ricevuto centinaia di lettere sull’argomento e anch’io vengo fermato per la strada da colleghi pensionati fiorentini che mi chiedono notizie e suggerimenti in proposito. A testimonianza che la nostra campagna informativa sta sortendo l’effetto desiderato, e ne approfitto per ringraziare i nostri affezionati lettori che ci seguono in numero sempre maggiore, non solo sul tema delle pensioni, ma anche su altri argomenti di attualità e d’interesse istituzionale, quali le riforme e il prossimo referendum.

Abbiamo pubblicato le istruzioni sulle modalità attraverso le quali tutti i pensionati del pubblico e del privato impiego, colpiti dal blocco della perequazione inflitto dalla Legge Fornero, devono sfruttare l’opportunità di chiedere la restituzione del maltolto, a seguito della sentenza n. 70/2015 della Corte Costituzionale che ha statuito l’incostituzionalità dell’art 24, comma 25 del DL n. 201/2011 convertito in Legge 22.12.2011 nr.214, rispettivamente:

1°) Costituendo in mora l’INPS per interrompere la prescrizione del diritto attraverso l’invio di apposita istanza-diffida da inviare all’Inps territorialmente competente con raccomandata a/r.

2°) Associandosi, se del caso, anche alla presentazione di ricorso collettivo, per il pubblico impiego dinanzi alla Corte dei Conti Regionale e per l’impiego privato dinanzi al giudice del lavoro territorialmente competente ( giudice del luogo di residenza), per l’affermazione giudiziaria del proprio diritto.

Adesso occorre anche:

3°) Inviare, entro il 10 dicembre, tramite pec o raccomandata RR altra diffida per l’interruzione della prescrizione alla Presidenza del Consiglio dei ministri, responsabile della solo parziale attuazione del disposto della Corte Costituzionale.

In allegato pubblichiamo nuovamente i moduli relativi, il primo da indirizzarsi all’Inps fac-simile-inps     territorialmente competente (per chi non l’ha già fatto), il secondo alla Presidenza del Consiglio lettera-mora-presidenza . Ripetiamo il termine, ricordato da uno studio legale specializzato, 10 dicembre 2016.

Non fatevi scappare quest’occasione e ricordiamocene anche il 4 dicembre, quando dovremo responsabilmente votare No o Si.

Tag:, , , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.