Tutto il Pd biasima l'attacco del Governatore

Napoli: Vincenzo de Luca (Pd) frase choc contro Rosy Bindi. Le reazioni indignate del mondo politico

di Redazione - - Cronaca, Politica, Top News

Stampa Stampa

impresentabili-de-luca-bindi-770x414

ROMA – «Quello che fece la Bindi è stata una cosa infame, da ucciderla. Ci abbiamo rimesso l’1,5%, il 2% di voti. Atti di delinquenza politica. E non c’entra niente la moralità, era tutto un attacco al governo Renzi». Così il governatore della Campania Vincenzo De Luca in un’intervista a Matrix, riferendosi alla presidente della Commissione Antimafia, Rosy Bindi, che lo aveva inserito nella lista dei «candidati impresentabili» poco prima delle elezioni regionali del 2015.

Il 29 settembre De Luca è stato assolto «perché il fatto non sussiste» dalle accuse legate alla vicenda del Sea Park, il parco marino mai realizzato a Salerno, processo per il quale l’Antimafia inserì il suo nome tra gli impresentabili. «Esprimo piena soddisfazione e rispetto per la magistratura. Oggi ci presentiamo a testa alta», scrisse dopo l’assoluzione su Twitter il presidente della Regione Campania.

Le frasi choc di De Luca infiammano il Pd. «Sono parole inaccettabili, piena solidarietà a Rosy Bindi, De Luca si scusi al più presto », dicono i vicesegretario del partito democratico Lorenzo Guerini e Debora Serracchiani. «Nessuna polemica politica, per quanto aspra, o nessuna decisione, per quanto controversa, giustificano espressioni come quelle di De Luca riportate dai mezzi di informazione».

Reazioni negative nei confronti del governatore campano da tutti gli ambienti e le personalità politiche, che esprimono solidarietà a Rosy Bindi. Anche il premier Matteo Renzi, sia pure in ritardo (deve averci meditato un po’, de Luca è alleato prezioso per il referendum) ha dichiarato che le parole del governatore della Campania Vincenzo De Luca sono «totalmente inaccettabili, solidarietà piena a Rosy Bindi».

«Grazie a tutte e a tutti per la vostra solidarietà. Mi ha fatto bene». Così in un tweet la presidente della Commissione parlamentare Antimafia, Rosy Bindi, ringrazia coloro che le hanno espresso vicinanza.

De Luca ha successivamente affermato, cercando di rimediare la frittata, che: «La vicenda – grave – di un anno fa è chiusa. Non c’era e non c’è alcun problema con l’on. Bindi, nei cui confronti, al di là di ogni differenza politica, riconfermo il mio rispetto oltre ogni volgare strumentalizzazione». Secondo De Luca «il video mandato in onda da Matrix rappresenta l’ennesimo atto di delinquenza giornalistica, rispetto al quale verificheremo con l’ufficio legale gli estremi della querela a fronte di una evidente violazione della privacy e violenza privata».

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.