In provincia di Firenze i fiumi Ombrone Pistoiese e Bisenzio a livello di guardia

Maltempo, Toscana: vigili del fuoco salvano tre persone bloccate in auto nel comune di Montecarlo (Lu)

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

Maltempo in VersiliaFIRENZE – Il maltempo che imperversa sulla regione mette a dura prova i nostri vigili del fuoco, chiamati a un superlavoro. Dalle ore 22 di ieri 18 novembre i vigili del fuoco di Lucca sono stati impegnati nella piana, principalmente nei comuni di Porcari, Montecarlo e Altopascio per l’innalzamento del livello di piccoli torrenti e per piccoli allagamenti. Il rio Leccio ha raggiunto il livello massimo degli argini provocando alcuni fontanazzi e degli smottamenti, per questo motivo sono state dislocate unità operative per il monitoraggio e per il pronto intervento già dal posto. A scopo precauzionale è stata allontanata una famiglia causa allagamento del piano terra.

Nel comune di Montecarlo sono stati effettuati tre soccorsi a persona, in auto causa il livello innalzato dell’acqua nelle strade, via dei Micheloni è stata chiusa al traffico. Nel comune di Altopascio, sempre a scopo precauzionale sono state allontanate tre famiglie causa l’allagamento dei piani bassi. La Provincia/Prefettura ha attivato la sala operativa unificata dove è presente personale dei vigili del fuoco anche se, a seguito del miglioramento delle condizioni atmosferiche, la situazione è andata poi normalizzandosi; nella prima parte della serata/nottata sono stati effettuati complessivamente, nella sola provincia di Lucca, 15 interventi di soccorso.

I vigili del fuoco di Pistoia hanno ricevuto oltre 50 richieste di soccorso e alle 2 ne erano già state effettuate 30. Si riscontra l’esondazione dei torrenti Rio Toto e Piscina nei comuni di Uzzano e Buggiano. Anche in questo caso il miglioramento delle condizioni atmosferiche sta facendo tornare la situazione alla normalità anche se rimangono alcuni problemi sulla viabilità a causa di sottopassi allagati. A scopo precauzionale sono state fatte affluire a Pistoia due idrovore da Siena e da Livorno.  In provincia di Firenze i fiumi Ombrone Pistoiese e Bisenzio sono saliti fino a sfiorare, rispettivamente, la seconda e la prima soglia di guardia.

AGGIORNAMENTO DELLE 11,20

E’ stata aperta la centrale operativa del Servizio di Piena della Regione Toscana presso la sede della Protezione Civile della Città Metropolitana di Firenze e nella sede del Genio Civile di Prato per monitorare i livelli idrometrici. Attualmente il fiume Ombrone all’idrometro di Poggio a Caiano (Prato) risulta al di sotto della prima soglia di riferimento. Nella prossima ora le precipitazioni più
intense sono attese sulla parte occidentale del territorio provinciale.

In conseguenza del previsto spostamento del fronte delle piogge verso est, sono previsti nuovi innalzamenti idrometrici nei corsi d”acqua minori, affluenti dell’Ombrone Pistoiese, del Bisenzio e della Sieve. Questo nuovo impulso che già sta interessando per il momento il bacino del fiume Ombrone Pistoiese (ma progressivamente in movimento verso le Provincia di Prato e Firenze) farà registrare, spiega la Protezione civile, innalzamenti dei livelli idrometrici anche sulle aste principali dei fiumi, anche in considerazione dell’elevata
saturazione del terreno.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.