Domenica 27 novembre il ballottaggio

Francia: le primarie del centrodestra per la candidatura all’Eliseo. Sette gli aspiranti alla successione di Hollande

di Paolo Padoin - - Cronaca

Stampa Stampa

Sarkozy, Fillon, Juppé

PARIGI – Gli elettori della destra francese sono chiamati oggi a scegliere il loro candidato alla corsa all’Eliseo della primavera 2017. Il risultato è ancora piuttosto fluido, con tre favoriti non molto distanziati fra loro su sette candidati, che sono: Alain Juppé, Nicolas Sarkozy, Bruno Le Maire, François Fillon, Jean-François Copé, Nathalie Kosciusko-Morizet e Jean-Frédéric Poisson.

Gli elettori potranno recarsi tra le 8 e le 19 in uno dei 10.228 seggi allestiti per l’occasione sull’insieme del territorio francese. Il secondo turno, che vedrà sfidarsi i due candidati che avranno ricevuto più voti al primo turno, è in programma per domenica 27 novembre: servirà a designare il candidato del centro-destra alle presidenziali. Disposizioni diverse sono state adottate per i territori di Oltremare, Guadeloupe, Saint-Martin, Saint-Barthélemy, la Guyane, la Martinique, Saint-Pierre-et-Miquelon e la Polynésie Française, dove si è votato ieri e poi si voterà di nuovo sabato 26.

L’ex premier Alain Juppé, l’ex capo di Stato Nicolas Sarkozy e un altro ex premier, François Fillon, risultano praticamente alla pari nei sondaggi con l’ultimo, però, in netta rimonta. L’incognita principale è la partecipazione a queste primarie, un inedito nella storia della destra, per le quali si prevedono tra i 2 e i 4 milioni di elettori. Versando due euro, tutti gli aventi diritto al voto in Francia possono partecipare, a condizione di firmare una carta con la quale si impegnano a condividere i valori repubblicani. Ma data l’importanza della posta in gioco, certi simpatizzanti della sinistra e dell’estrema destra potrebbero auto-invitarsi agli oltre 10mila seggi per influenzare i risultati, come avviene regolarmente in Italia per le primarie del Pd..

Le urne del primo turno si chiuderanno alle  19 e i primi risultati significativi arriveranno attorno alle 23. Il secondo turno con il ballottaggio fra i due primi arrivati si terrà domenica prossima. L’ultimo sondaggio, come detto, vede sorpredentemente in testa François Fillon, col 30% delle intenzioni di voto ma avanti soltanto di un punto rispetto a Sarkozy e Juppé, appaiati al 29%.

Le primarie socialiste invece sono previste il 22 e 29 gennaio. Il presidente in carica François Hollande non ha ancora sciolto la riserva. L’appuntamento con le elezioni presidenziali francesi sarà il 23 aprile per il primo turno, il 7 maggio per il ballottaggio.

Tag:, , , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.